Giovani oggi protagonisti, 37 milioni per idee e progetti

Presentato il Programma Giovani. Insieme ai ragazzi il vicepremier Luigi Di Maio e il sottosegretario Vincenzo Spadafora
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Sognatori da questa parte, non sognatori da quest’altra. È il grido al megafono con cui sono stati accolti i circa 600 giovani che da tutta Italia hanno raggiunto gli studios di Cinecittá a Roma per l’evento di presentazione del Programma Giovani promosso dal dipartimento per le politiche giovanili e il servizio civile e l’Agenzia nazionale per i giovani.  Insieme ai ragazzi il vicepremier Luigi Di Maio e il sottosegretario Vincenzo Spadafora. 

‘Oggi Protagonisti’ è il nome scelto per questo evento dove gli under 35 hanno assistito alla presentazione dei programmi per sostenere le idee dei giovani, il loro spirito d’iniziativa e la loro creatività. 

Aumentiamo del 400% i fondi per le politiche giovanili che passano da 7 milioni a 37 milioni che verranno assegnati con bandi che daranno nuova linfa e saranno patrimonio per il governo”, ha detto Luigi Di Maio. I giovani, ha spiegato il vicepremier in conferenza stampa, potranno presentare progetti “in grado di migliorare la qualità della vita delle persone dell’uguaglianza, l’ambiente e i territori”.

Tra le nuove opportunità presentate un bando da 12 milioni di euro per il sostegno di iniziative dei giovani per incentivare sinergie progettuali volte a generare un cambiamento sociale. Le proposte potranno essere presentate tramite il nuovo portale fermenti.gov.it.

Gli stessi ragazzi sono stati protagonisti delle ‘experience’ ovvero aree esperienziali dove sono state raccontate le realtà già attive sul territorio nazionale. Come il ‘Tappeto di Iqbal’ che attraverso l’arte circense svolge attività di recupero dei minori a rischio. Oppure come ‘Ang in Radio’ inaugurata oggi che avrà il compito di informare e ascoltare i giovani.

“Stiamo cercando di mettere tutti insieme intorno a un tavolo al di là dei colori politici-ha detto il sottosegretario Vincenzo Spadafora- la differenza la fanno le persone, bisogna coinvolgere tutti. Tutto cambia se le persone sono quelle giuste al posto giusto, se sono persone che vi aiutano a sognare”. 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

30 Marzo 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»