Ema, Milano non molla. Sala chiama Gentiloni: "Oggi parte ricorso"

Lombardia

Ema, Milano non molla. Sala chiama Gentiloni: “Oggi parte ricorso”

ROMA – Il direttore dell’agenzia europea del farmaco, Guido Rasi, ha lanciato l’allarme sui ritardi della sede di Amsterdam. E Milano ci riprova.

“Mettere a rischio anche la salute dei cittadini europei perche’ questi olandesi non sono pronti mi sembra una cosa grave. Per cui ho chiamato il presidente del consiglio Gentiloni e gli ho detto: senti e’ il momento di essere aggressivi, facciamolo, proviamoci, fino in fondo, e da quello che mi ha detto, e senz’altro sara’ cosi’, oggi parte il ricorso”. Lo ha annunciato Giuseppe Sala, sindaco di Milano, a Rtl 102.5.

Non penso “che occorreranno tempi molto lunghi per il ricorso”. Certo, ammette Sala, “le possibilita’ non sono altissime ma dobbiamo provarci”. Ma “se dovessero riassegnarcela lo dovrebbero fare in tempi brevi perche’ noi a nostra volta dovremmo correre per preparare il Pirellone. Pero’ questo ricorso partira’, poi e’ una questione tecnica e anche politica. Quindi io chiamo la politica italiana al massimo impegno per Milano e per il nostro Paese“.

“Questa situazione rischia di diventare un po’ ridicola. Prima si inventano il sorteggio, poi gli olandesi dicono che non sono pronti, dopodiche’ danno una sede che e’ meta’… Non e’ una bella pagina nemmeno per l’Europa. Io non sono tipo da polemiche ma questo e’ momento di alzare la voce senza se e senza ma”, ha rincarato il sindaco di Milano.

30 gennaio 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»