Politica

Ilva, stop di Calenda; blitz neonazista in sede volontari pro migranti; il Papa omaggia i buddisti

 

I titoli e il tg politico realizzato dall’agenzia Dire.

ILVA, LO STOP DI CALENDA: TAVOLO CONGELATO

Il tavolo sul futuro dell’Ilva si ferma. Lo ha deciso il ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda, che in un’assemblea dei delegati Fiom annuncia il congelamento del negoziato, in attesa della decisione del Tar sull’impugnativa della regione Puglia. Anche la Cgil invita alla responsabilità. Calenda chiede di non “dare sponde a che è fuori dalla realtà”. Per la leader Fiom Francesca Re David “il confronto deve continuare”.

MANOVRA IN AULA, RISORSE PER DANNEGGIATI DA BANCHE

Via libera della Commissione Bilancio alla manovra, dopo la classica maratona notturna. Tra le misure approvate il bonus bebe’ che diventa strutturale, anche se dimezzato. Il milleproroghe con il divieto di incrocio proprietario tra giornali e tv, e un fondo da 50 milioni per rimborsare i risparmiatori che hanno subito un danno finanziario dalle banche. Si attende ora l’apposizione della fiducia da parte del governo. Intanto scendono in piazza i lavoratori del settore delle sigarette elettroniche. Protestano per l’aumento delle tasse nel collegato fiscale. “Cosi’ siamo fuori mercato”, dicono.

MIGRANTI, BLITZ NEONAZISTA NELLA SEDE DEI VOLONTARI

Quindici naziskin del Veneto Fronte Skinhead hanno fatto irruzione in stile squadrista nella sede di Como Senza Frontiere, una rete che unisce decine di associazioni a sostegno dei migranti. Hanno letto un documento per dire basta ai migranti e a chi li accoglie. I partecipanti al blitz sono stati tutti denunciati per violenza privata. Intanto si accende la polemica sullo ius soli. Al Senato potrebbero mancare i numeri e in maggioranza qualcuno ipotizza l’accantonamento del ddl. “Noi siamo pronti a votare sia il biotestamento che lo ius soli. Mettano anche tre fiducie”, annuncia Pier Luigi Bersani.

L’OMAGGIO DEL PAPA AI BUDDISTI

Il Papa in Myanmar rende omaggio ai monaci buddisti. “Attraverso gli insegnamenti del Buddha la gente di questa terra è stata formata ai valori della pazienza, della tolleranza e del rispetto della vita, come pure a una spiritualità attenta e profondamente rispettosa del nostro ambiente naturale”, ha detto il papa, secondo il quale il Buddha e san Francesco esprimono “sentimenti simili”. Questi valori sono essenziali per uno sviluppo integrale della società, a partire dalla più piccola ma più essenziale unità, la famiglia, ha aggiunto Bergoglio.

29 novembre 2017
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»