Politica

Migranti, Gentiloni: “I paesi europei mettano mano al portafoglio”

Paolo Gentiloni

P. Gentiloni


ROMA – “L’Italia ha fatto con orgoglio e a testa alta la sua parte e si augura che altri paesi africani ed europei diano il loro contributo”. Lo dice il presidente del consiglio Paolo Gentiloni al termine del vertice Ue-Africa, a proposito delle politiche di gestione dei migranti.

Gentiloni sottolinea che non possono continuare a pesare in maniera preponderante su Italia, Germania e Commissione Ue. “La strada e’ tracciata, bisogna rimboccarsi le maniche e mettere mano al portafoglio, perché non è possibile che siano finanziate pressoché solo da Italia, Germania e Ue”, aggiunge Gentiloni.

“Italia e Francia possono assolutamente collaborare” nella sorveglianza dei diritti umani e nel facilitare i rimpatri. “E’ importante che la collaborazione avvenga sul terreno facendo quello che bisogna fare. E questo e’ l’invito che noi abbiamo sempre rivolto ai nostri amici europei. Non possiamo fare da soli. Anche se stiamo facendo da soli”, conclude il primo ministro.

29 novembre 2017
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»