Nuvola di Fuksas, Raggi: “Opera straordinaria. Va riconosciuto”

Il sindaco di Roma Virginia Raggi e l'amministratore delegato di Eur Spa Enrico Pazzali alla presentazione della Nuvola

Il sindaco di Roma Virginia Raggi e l’amministratore delegato di Eur Spa Enrico Pazzali alla presentazione della Nuvola

ROMA – “È imponente, è bella. È un’opera architettonica straordinaria senza dubbio”. Lo ha detto il sindaco di Roma, Virginia Raggi, intervenendo durante la cerimonia di inaugurazione della Nuvola di Fuksas. “Ciò che è bello va riconosciuto, non bisogna tacere, non bisogna nascondersi- dice Raggi- E questa è la nostra risposta a chi immagina e dice che Roma e gli italiani non sono più capaci di meraviglie; è una risposta a chi vuole descriverci sempre male; è una risposta a chi fa il tifo contro, sempre e comunque”.

RAGGI: ROMA STA CAMBIANDO, E QUESTO È UNO DEI SEGNALI

“Roma sta cambiando. E questo è uno dei segnali. Non voglio, certo, prendere i meriti della realizzazione di questo centro congressi che ha visto la nostra amministrazione impegnata soltanto in questi pochi ultimi mesi prima di questa inaugurazione. Un’opera iniziata molto tempo fa con costi spropositati“. Lo ha detto il sindaco di Roma, Virginia Raggi, intervenendo durante la cerimonia di inaugurazione della Nuvola di Fuksas. “L’inaugurazione della Nuvola può essere vista come una spinta verso il futuro, una vittoria, certo, che però non può portare a dimenticare errori del passato o far finta di nulla di fronte ai molti anni, troppi, passati dall’annuncio del progetto. Lo ripeto: troppi- ha sottolineato Raggi- Così come troppe sono state le gestioni responsabili del ritardo e della inimmaginabile crescita dei costi per la sua realizzazione“. Dalla platea si leva una voce che protesta, Raggi prosegue.

RAGGI CONTESTATA DALLA PLATEA DURANTE INAUGURAZIONE

La Sindaca di Roma Virginia Raggi viene contestata durante il suo intervento alla inaugurazione della Nuvola di Fuksas all’Eur. Fischi e grida dal pubblico, si intende “basta, non è veri”. Raggi ribatte: “mi spiace quando si spreca denaro pubblico perché sono soldi di tutti noi”. Quindi, prosegue Raggi, “credo che tutte le amministrazioni debbano evitare qualsiasi sperpero” e invita a “ricordare qualche errore, sempre, perché ci permetterà di fare passi migliori verso il futuro”. Ancora, “quest’amministrazione sta lavorando per rilanciare l’Eur”, dice la Sindaca, e giù altri fischi.

RENZI: GOVERNO ASSOLUTAMENTE DISPONIBILE A LAVORARE CON ROMA

“C’è l’assoluta disponibilità del Governo verso la città di Roma a lavorare assieme nei prossimi mesi e anni”. Matteo Renzi, presidente del Consiglio, lo dice in apertura del suo intervento all’inaugurazione della Nuvola di Fuksas, a Roma. Poco prima la Sindaca Virginia Raggi si era augurata la disponibilità del Governo nei confronti della Capitale

RENZI CEDE FORBICI A RAGGI CHE TAGLIA NASTRO, INAUGURATA

Oltre 280mila metri cubi, 42mila pannelli di vetro, 18mila tonnellate d’acciaio – l’equivalente di due Tour Eiffel – 18mila metri quadrati di parquet, 9 scale mobili tra le più alte d’Europa, 28 ascensori, 16 sale congressuali, 7.200 corpi illuminanti. Ma anche polemiche per i costi che, con le 12 varianti al progetto, sono lievitati fino a 239 milioni, con un totale di 353 milioni di euro tra spese di progettazione e oneri concessori. Con il taglio di nastro, avvenuto pochi minuti fa, è finalmente realtà il ‘Roma convention center la Nuvola’, il nuovo centro congressi della Capitale progettato da Massimiliano Fuksas. Il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, ha ceduto le forbici di rito al sindaco della Capitale, Virginia Raggi: “ho sempre fatto tagliare ai sindaci, dovunque vado”.

La cerimonia viene trasmessa in diretta su Rai Uno, grazie al lavoro del direttore artistico Giampiero Solari e del coreografo Daniel Ezralow, e vedrà nel corso della serata la partecipazione di ospiti internazionali come Michael Bublè, che si esibirà dal vivo, il ballerino Desmond Richardson e il violoncellista Mario Brunello. Presenti circa 1.500 persone delle quali più di 1.000 buyer, 70 ambasciatori e quasi un centinaio di rappresentanti della stampa estera e italiana. Per realizzare la ‘Nuvola’ hanno lavorato al cantiere 270 operai e circa 30 tecnici in media. La capienza totale delle sale del nuovo centro congressi è di circa 8.000 posti, di cui 6.000 nelle varie sale congressuali sotterranee, a seconda della modulazione, e 1.762 nell’auditorium di cui 1.248 in platea e 514 in galleria. La teca misura 175 metri per 70 per 45 di altezza.

29 Ott 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»