AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE lazio

Mafie, Castagnola: “Serve anagrafe immobili confiscati e ufficio scopo”

ROMA – “L’istituzione di un’anagrafe degli immobili confiscati e di un ufficio di scopo aperto alle associazioni che si occupano di sociale e di lotta alla criminalità per capire concretamente, in ogni Municipio di Roma, quale sia il bisogno del territorio. Inoltre l’utilizzo di una parte del dipartimento Patrimonio per il monitoraggio dell’effettivo utilizzo dei beni confiscati. Sono queste le azioni concrete da mettere in campo sul tema della battaglia per la confisca dei beni alle organizzazioni mafiose. Azioni misurabili anche dal punto di vista del loro impatto sociale”. Così Iside Castagnola in occasione del dibattito ‘Legalità e giustizia sociale’ che si è svolto oggi al Festival dell’Unità in corso alla Citta dell’Altra economia di Roma.

“Era importante per noi durante la festa del Partito Democratico di Roma- aggiunge Castagnola- parlare di legalità e giustizia sociale. Noi pensiamo che la vera azione di rigenerazione urbana sia assegnare quei beni che non lo sono ancora stati, soprattutto in un momento in cui c’è emergenza abitativa, i bambini dormono per strada e si effettuano sgomberi. Tutto ciò a fronte dell’inefficienza dell’amministrazione comunale che non assegna né utilizza i palazzi vuoti ed i beni confiscati alle mafie”.

29 settembre 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988