AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE Emilia-Romagna

A Bologna Its Maker forma i futuri guru della fabbrica 4.0

its_makerBOLOGNA – Per preparare i ragazzi alla quarta rivoluzione industriale, quella che, attraverso il massiccio ricorso alle tecnologie digitali, rivoluzionerà il modo di produrre, Its Maker, l’istituto superiore di meccanica, meccatronica, motoristica e packaging dell’Emilia-Romagna, vara da quest’anno il primo corso per formare tecnici specializzati nei sistemi di controllo della fabbrica digitale.

“I giovani saranno in grado di gestire i protocolli di comunicazione fra le macchine, procedere alla loro verifica, al loro montaggio, alla loro installazione, anche nelle aziende dei clienti. Quindi dovranno essere disponibili a viaggiare, a fare i trasfertisti, a collaborare con gli uffici tecnici. E’ un lavoro molto interessante, molto importante perché così sarà la fabbrica del futuro“, spiega Daniele Vacchi (foto), direttore (da questa estate) di Its Maker, a margine della presentazione al Museo del patrimonio industriale di Bologna dei corsi di Its e della Fondazione Aldini Valeriani.

“È un corso importantissimo i cui contenuti sono stati verificati e concertati con il sistema delle imprese. Le imprese, del resto, sanno che sono cambiati i paradigmi tecnologici e vogliono che i giovani siano pronti sui temi della fabbrica digitale in modo da aver lavoro immediatamente alla fine del corso di studi”, aggiunge Vacchi.

its_makerI ragazzi possono scegliere tra diversi percorsi di formazione. L’Its a Bologna, oltre che il biennio sul digital manufactoring propone anche un corso per la formazione di tecnici superiori dell’automazione e del packaging. Si tratta di corsi biennali post-diploma della durata di 2.000 ore (800 di tirocinio in azienda), cui si accede attraverso una prova selettiva. Alla fine si ottiene un diploma di quinto livello valido anche in Europa.

La conoscenza dell’inglese è un requisito fondamentale per accedere al programma, che da quest’anno prevede anche un corso base di tedesco. Le possibilità di successo sono altissime. “Nell’80-85% dei casi i ragazzi alla fine dei due anni hanno già un contratto di lavoro in tasca e nel giro di pochi mesi il 100% ha un lavoro. Il diplomato Its ha anche più potenziale di altri a diventare imprenditore nelle nuove tecnologie del futuro”, assicura il direttore.

its_maker“Ad oggi l’occupazione si aggira attorno al 100% dei diplomati. Anche i ragazzi che hanno terminato il corso in luglio sono quasi tutti occupati. Ovviamente il nostro bacino di utenza sono i ragazzi diplomati nelle scuole tecniche, ma non solo”, chiarisce Chiara Tonelli, referente di Its Maker per la sede di Bologna.

“Sulle scuole tecniche c’è ancora un pregiudizio, ma l’industria in questo territorio ha bisogno di figure tecniche, anche donne: le pochissime ragazze iscritte ai nostri corsi sono bravissime”, certifica.

L’incontro del 28 settembre, al quale ha partecipato anche Emanuele Masciarri, manager di Philip Morris Italia, è stato l’occasione anche per entrare nel dettaglio dei corsi di formazione offerti dalla Fondazione Aldini Valeriani: si tratta di percorsi più brevi (800 ore, 240 in azienda)al termine del quale viene rilasciato un certificato di specializzazione tecnica superiore. I corsi presentati sono due: tecnico per l’industrializzazione del prodotto e del processo della meccanica e tecnico per la sicurezza delle reti e dei sistemi informatici, un tema sempre più sentito dalle aziende. Le iscrizioni ai corsi terminano alle ore 12 del 6 ottobre 2017.

di Vania Vorcelli, giornalista professionista

29 settembre 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988