Roma 2024, al via il consiglio straordinario. Diana Bianchedi occupa la sala stampa

roma_campidoglio

 

ROMA – Si è aperta in Campidoglio la seduta straordinaria dell’Assemblea capitolina sulle Olimpiadi in cui i consiglieri del Movimento Cinque Stelle, forti di una maggioranza schiacciante (29 su 48), voteranno per impegnare sindaco e Giunta al ritiro della candidatura di Roma, dalla corsa per ospitare i Giochi del 2024. All’avvio dei lavori presenti 33 consiglieri, assente il sindaco Virginia Raggi. Niente parola agli esterni, come stabilito a maggioranza dall’Aula. I lavori vedranno due ore e mezza di interventi da parte dei consiglieri delle opposizioni, mezz’ora da parte della maggioranza e un intervento conclusivo di 20 minuti, da parte del vicesindaco e assessore allo Sport, Daniele Frongia. A seguire ci sarà la votazione delle mozioni pervenute all’ufficio di presidenza, al momento 6 – tra cui quella a firma M5S per il ritiro della candidatura – con relative discussioni.

BIANCHEDI ‘OCCUPA’ SALA STAMPA, SCINTILLE…

bianchedi_roma_sala-stampaROMA – Incidente diplomatico sfiorato in Campidoglio. All’annuncio del presidente dell’Aula, Marcello De Vito, che non si sarebbe lasciata parola agli interventi esterni durante il Consiglio straordinario sulle Olimpiadi, il coordinatore generale del Comitato promotore di Roma 2024, Diana Bianchedi, si è spostata in sala stampa insieme a un nugolo di telecamere improvvisando una conferenza e ‘occupando’ di fatto metà dello spazio riservato ai cronisti. Alcuni dei quali, a causa della ressa, sono stati costretti a lasciare le proprie postazioni.

Per ‘agevolare’ l’intervista a Bianchedi, sono stati spenti i televisori presenti in sala stampa collegati al circuito chiuso che trasmette i lavori dell’Aula. Tutto ciò ha portato all’intervento dell’ufficio stampa del Campidoglio, non senza qualche scintilla con alcuni rappresentanti del Coni, visibilmente contrariati per essere stati “interrotti”.

BIANCHEDI LASCIA AULA: “AVREI VOLUTO UN CONFRONTO”

diana_bianchedi2-2“Oggi- ha detto a margine dei lavori e prima di uscire- pensavo di poter parlare davanti al Consiglio comunale per dare le informazioni corrette per questa candidatura, perché ne abbiamo lette di tutti i colori”. “Avrei chiesto si consiglieri di sedersi con noi e rivedere il progetto- ha aggiunto- molti lo hanno fatto, come gli ambientalisti che si sono seduti al tavolo con noi e abbiamo discusso insieme di aree verdi e riqualificazione del Tevere. Ieri mattina mi è arrivata anche una lettera dei sindacati che ci hanno confermato il loro sostegno. Ma i consiglieri hanno detto che non posso parlare“.

BIANCHEDI: “CONSIGLIERI VOTANO DOSSIER CHE NON HANNO LETTO”

“In aula avrei voluto far conoscere il dossier a persone che non lo hanno letto e che non conoscono. Oggi a loro viene chiesto di votare un dossier di candidatura che oggettivamente non hanno letto. Nella conferenza stampa del sindaco, né durante l’audizione al Senato si è fatto alcun cenno a dossier di candidatura”, attacca Diana Bianchedi.

BIANCHEDI: “SE HA DECISO GRILLO IL NO? CHIEDETE A RAGGI”

“Se Grillo ha deciso il No? Dovete chiederlo alla sindaca. Raggi ha anticipato il voto dell’aula ma sarebbe stato più corretto se avesse interpellato prima il consiglio”, dice ancora Bianchedi.

BIANCHEDI A FRONGIA: “NON VERO 1 MLD DEBITI GIOCHI 1960”

“Ho accolto l’invito di Frongia di controllare i termini di quel miliardo di debiti imputato alle Olimpiadi del 1960: faccio riferimento a quanto detto dal commissario straordinario del debito pregresso che parlava di 2.000 pratiche relative agli anni dal 1950 al 1990. Credo che sia non corretto affermare che quel miliardo sia imputabile ai Giochi del ’60” prosegue la coordinatrice del Comitato Roma 2024, Diana Bianchedi.

 BIANCHEDI: “CON GIOCHI 1960 FIUMICINO, OLIMPICA E MURO TORTO”

“In termini di mobilità le città cambiano, come Barcellona, Londra e Sidney. Noi a Roma nel ’60 abbiamo potuto inaugurare l’aeroporto di Fiumicino, Olimpica, Tangenziale, sottopassi del Lungotevere, e Muro Torto”, afferma Bianchedi.

BIANCHEDI: “SU COSTI SI DECIDERA’ A FEBBRAIO”

“Come il sindaco Raggi sa, il budget e i costi verranno presentati a febbraio 2017, non sono inseriti nel dossier perché verranno inseriti dopo che saranno stati scelti e valutati i progetti. Noi abbiamo chiesto, presente in un verbale del Comune, che venissero prese delle decisioni congiunte, abbiamo anche mandato la documentazione e l’abbiamo rimandata il 5 di agosto, ma senza prendere decisioni non si possono stabilire i costi”, ha detto il coordinatore generale del Comitato promotore di Roma 2024, Diana Bianchedi arrivando questa mattina in Campidoglio per la seduta straordinaria dell’Assemblea capitolina sulle Olimpiadi.

di Mirko Gabriele Narducci e Emiliano Pretto, giornalista professionista

29 settembre 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»