Martina con i lavoratori all'Ilva di Taranto: "Chiedo incontro a Di Maio" - DIRE.it

Politica

Martina con i lavoratori all’Ilva di Taranto: “Chiedo incontro a Di Maio”

ROMA – Il segretario nazionale del Partito Democratico Maurizio Martina è stato questa mattina ai cancelli dell’Ilva di Taranto prima dell’inizio del turno delle 6. Martina ha partecipato al volantinaggio promosso dal Partito Democratico tarantino “e ha ascoltato e discusso con gli operai del turno del futuro dell’azienda e dello stallo determinato dal comportamento attuale del governo”, precisa una nota.

“Tutta la città di Taranto, le famiglie e i lavoratori dell’azienda meritano risposte serie e non propaganda. In questi anni noi abbiamo garantito la continuità produttiva salvaguardando i posti di lavoro, seppur in una situazione molto delicata. Il governo attuale la smetta di perdere tempo e di giocare allo scaricabarile. La tutela ambientale, della salute e del lavoro ora esigono responsabilità e scelte precise. Noi ci associamo all’iniziativa delle organizzazione sindacali e dell’impresa perché ora non è più tempo di rinvii”, ha dichiarato il Segretario del Partito Democratico, Maurizio Martina.

MARTINA: CHIEDO INCONTRO URGENTE A DI MAIO

“Alla fine di questa mattinata di incontri con sindaci e organizzazioni locali a Taranto, chiedo al ministro Luigi Di Maio un incontro urgente per confrontarci e capire le sue reali intenzioni sul futuro di Ilva. In tutti gli incontri di oggi è emerso un dato impressionante ovvero l’assoluta assenza di un percorso di ascolto da parte del governo con i soggetti del territorio coinvolto. Servono risposte immediate ora: sul futuro della fabbrica e della città, sugli investimenti programmati in questi anni per Taranto da Ilva al Contratto istituzionale di sviluppo, alla zona economica speciale per il porto. Prima il governo chiarisce cosa intende fare meglio è per tutti”. 

MARTINA: GOVERNO DICA COSA VUOLE FARE, C’È INCERTEZZA FAMIGLIE

“Noi stamattina alle 6 siamo stati ai cancelli di Ilva e lo abbiamo fatto per dare un messaggio al Governo: ‘Adesso basta tergiversare, basta propaganda su ILVA, bisogna scegliere’. Il Governo ha davanti a sé la scelta fondamentale, abbiamo assistito settimana scorsa a una conferenza stampa surreale del Vice Premier di Maio, addirittura con delle iperboli e parole al vento rispetto alla gara, non si è capito cosa voglia fare l’esecutivo su una cosa così complessa”. Così il segretario del Pd Maurizio Martina, intervenuto oggi ai microfoni di Rtl 102.5. “Stiamo parlando di ventimila lavoratori- osserva Martina- di migliaia di famiglie, di un intero territorio che stanno aspettando di avere certezze. Il messaggio del Governo è che adesso è venuto il momento di scegliere e dicano con parole chiare cosa vogliono fare: vogliono mettere in discussione la gara fatta? Lo dicano e siano conseguenti. Vogliono invece proseguire il lavoro faticoso ma fondamentale che si è fatto in quest’ultimo periodo per dare un futuro a questa terra? allora si prendano delle responsabilità e la smettano di fare Governo solamente con conferenze stampa che non risolvono. Ci sono migliaia di cittadini che hanno giustamente preoccupazione sul loro futuro”.

 MARTINA: SERVONO RESPONSABILITA’ E SCELTE PRECISE

“A Taranto ai cancelli Ilva. La città, le famiglie e gli operai meritano risposte serie dal Governo, non propaganda. Basta rinvii. Tutela ambientale, della salute e del lavoro esigono responsabilità e scelte precise. Fianco a fianco”. Maurizio Martina, segretario Pd, lo scrive su Twitter.

MARTINA: SALVINI E DI MAIO HANNO IN TESTA SCADENZE ELETTORALI

“Purtroppo chi concepisce una responsabilità di Governo con l’ansia permanente di propaganda fa un danno al Paese e se Salvini e Di Maio, più che i problemi degli italiani, hanno in testa le loro scadenze elettorali non aiutano il Paese perché alimentano una dinamica che non è la risoluzione dei problemi ma quella di aspettative, propaganda, slogan, titoli, che non fanno bene all’Italia”. Così il segretario del Pd Maurizio Martina, intervenuto oggi ai microfoni di Rtl 102.5.

 

Leggi anche:

Ti potrebbe interessare:

29 agosto 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»