AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE politica

Altri 3.700 sbarchi, Ue: Italia eroica; cardinal Pell accusato di pedofilia; Prodi a congresso Cisl


Ecco titoli e il tg politico realizzato dall’agenzia DIRE:

SBARCATI 3.700 MIGRANTI, L’UE: ITALIA EROICA

Duemilacinquecento in Calabria e milleduecento in Campania. Sono gli sbarchi di migranti che oggi hanno interessato Reggio Calabria, Schiavonea e Salerno. Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, in visita in Canada, lancia un appello all’Unione europea: “Se si continuasse con questi numeri la situazione si farebbe ingestibile anche per un paese grande e aperto come il nostro. L’Italia da sola non può farcela”. Il presidente della commissione europea Juncker apre uno spiraglio: “L’Italia è eroica, non possiamo abbandonarla”. Gentiloni apprezza: “Dalla commissione europea arriva un impegno notevole. Ora sbocco concreto agli impegni”.

CARDINALE PELL INDAGATO PER PEDOFILIA

Il cardinale australiano George Pell, già arcivescovo di Melbourne e di Sydney, è stato incriminato per presunti reati di abusi sessuali su minori. I fatti risalgono alla fine degli anni Settanta e a cavallo del 2000. Si tratta del più alto esponente ecclesiastico mai finito sotto accusa per abusi sessuali. Pell, nominato da papa Francesco prefetto degli Affari economici nel 2014, sarà sentito in tribunale a Melbourne il 18 luglio. Lui si professa innocente: “Le accuse contro di me sono tutte false- dice- non vedo l’ora di potermi difendere davanti agli inquirenti”.

CONGRESSO CISL, LA STAR E’ PRODI

E’ Romano Prodi il protagonista della seconda giornata del congresso della Cisl che si è aperto ieri. Oggi spazio a Cgil e Uil con gli interventi di Susanna Camusso e Carmelo Barbagallo da cui arriva l’invito a continuare sul percorso unitario. Ma è quando arriva l’ex premier che la platea tributa un lungo applauso e alla fine del suo intervento scatta in piedi. Furlan sottolinea la sua “capacità di tenere insieme sindacati, Italia e Europa”. Prodi dice che ormai il suo ruolo “è quello del predicatore: parlo ai giovani dell’importanza dell’Europa”. E conclude: “Senza sindacato non c’è la centralità del mondo del lavoro”.

BOLDRINI: SENZA LAVORO NON C’E’ DEMOCRAZIA

“Senza lavoro non c’e’ democrazia, non c’e’ giustizia sociale, la mancanza di lavoro e’ alla base dell’astensionismo. E’ da qui che dobbiamo ricominciare”. Laura Boldrini riceve alla Camera le rappresentanti di 97 operaie di un’azienda milanese che rischiano il licenziamento e rivolge un appello al governo: “Questo modo di fare impresa, con un’azienda che non ha un volto, che massimizza i profitti e poi fugge, crea conflitto sociale. Penso che se si sposa questo modello la societa’ muore, si creano i presupposti per la disgregazione sociale”. E promette: “Chiederò al ministro Calenda di intervenire” per salvare le lavoratrici di Ceme s.p.a.

29 giugno 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram