AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE europa

Migranti, Juncker: “Italia e Grecia paesi eroici, dobbiamo sostenerli”

ROMA – “Il presidente Gentiloni ci ha riferito della nuova situazione che si e’ creata in Italia: non possiamo abbandonare Italia e Grecia e dobbiamo compiere sforzi per sostenere queste due nazioni eroiche con i rifugiati”. Lo afferma il presidente della Commissione Ue, Jean Claude Juncker, al termine del vertice di Berlino.

MERKEL: AIUTEREMO ITALIA, TROVARE SOLUZIONE IN LIBIA

“Aiuteremo l’Italia, ci sta a cuore. Ma dobbiamo lavorare per una soluzione politica in Libia, non possiamo accettare che in quel Paese regni l’illegalità”. Lo dice Angela Merkel, a Berlino per il vertice tra i paesi europei membri del G20.

GENTILONI: ITALIA SOTTO PRESSIONE, UE CI AIUTI. PARLARE DI RISORSE

“Siamo davanti a numeri che alla lunga potrebbero mettere a dura prova il nostro sistema di accoglienza”. Lo dice il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, a Berlino per il vertice tra i paesi europei membri del G20. “L’accoglienza rimane in un paese solo– aggiunge- il nostro paese è messo sotto pressione. Noi confermiamo il nostro atteggiamento umanitario e di rispetto delle leggi, l’Italia non viola le regole né vuole rinunciare al suo atteggiamento umanitario, ma è un paese sotto pressione che chiede il contributo concreto degli alleati europei“.

L’Italia “è un paese che non si è mai sottratto al soccorso in mare e all’accoglienza umanitaria e non intende sottrarsi in futuro- dice ancora Gentiloni-, ma chiede di discutere del ruolo delle ong, della missione Frontex, delle risorse a disposizione per lavorare in Libia e negli altri paesi africani, di allargare i programmi di relocation.

SALVINI: MERKEL E JUNCKER IPOCRITI, SERVE BLOCCO NAVALE

“Merkel: ‘Aiuteremo l’Italia’. Juncker: ‘Italia eroica’. Ipocriti e bugiardi. Intanto stanno sbarcando altri 5.000 clandestini“. Lo scrive su facebook Matteo Salvini, che aggiunge: “Che fare? Blocco navale subito. Salvare tutti e riportarli indietro, sequestrare e affondare i barconi (ovviamente vuoti), confiscare le navi delle ONG. Marina Militare e Guardia Costiera difendano i confini, non gli scafisti e gli schiavisti. Smettere di regalare 8 miliardi all’anno a Bruxelles. Si può fare? Certo, volere è potere. #stopinvasione #pdcomplice”.

GRILLO: RESPONSABILE È UNO SOLO, MATTEO RENZI

“Il responsabile di questa situazione è uno solo: Matteo Renzi”. Lo scrive su facebook Beppe Grillo che rimanda ad un post pubblicato sul suo blog dal titolo ‘Tutti i migranti in Italia? Renzi ha voluto l’accordo suicida‘, firmato M5s Europa. “Renzi è politicamente responsabile del disastro immigrazione- scrivono i 5 stelle Europa-. Con il suo governo è entrata in vigore l’operazione Triton che autorizza le navi di 15 Stati europei a pattugliare il Mar Mediterraneo. Queste navi portano i migranti SOLO in Italia“. Cosi’ sul blog di Beppe Grillo in un post dal titolo ‘Tutti i migranti in Italia? Renzi ha voluto l’accordo suicida’, firmato di MoVimento 5 Stelle Europa.

“I dettagli tecnici, tra cui le modalità di sbarco di queste operazioni congiunte- affermano-, sono contenuti nel piano operativo dell’operazione stessa. Purtroppo il documento non è pubblico. Si deve fare trasparenza. Vogliamo capire perché i migranti arrivano solo nei porti italiani, quando invece spesso il porto più sicuro è quello maltese o tunisino. Stessa modalità viene seguita dalle ONG che operano nel Mar Mediterraneo: i migranti soccorsi vengono sbarcati SOLO nel nostro Paese. Da quando Triton è entrato in vigore – il 1 novembre 2014 – sono sbarcati nel nostro Paese ben 413.000 migranti“.

“Nel 2017 (fino al 28 giugno) sono arrivati 78.756 in Italia, 8.975 in Grecia, 4.029 in Spagna. Sbarcano tutti solo in Italia- attaccano i 5 stelle-. Quando dicevamo noi che il piano voluto da Renzi era insostenibile e avrebbe trasformato l’Italia nel campo profughi d’Europa ci accusavano di essere razzisti, ma i dati dicono che avevamo ragione: rispetto al 2016 quest’anno si registra il 26% in più di arrivi. Se continua così quest’anno toccheremo il record assoluto di 230.000 sbarchi. Per l’immigrazione l’Italia ha previsto 4,6 miliardi di spesa, 1 miliardo in più rispetto al 2016″. “Anziché mandare lettere a Bruxelles- dicono ancora-, Minniti chieda conto degli errori che il Pd al governo ha commesso. Renzi deve chiedere scusa a milioni di cittadini esasperati dalla mancanza di risposte efficaci sul tema dell’immigrazione. Le emergenze di solito sono temporanee, Renzi le ha rese croniche. Chiediamo il rispetto delle regole. L’immigrazione deve essere gestita, le leggi devono essere rispettate, così come i Trattati europei che prevedono la solidarietà fra gli Stati membri per la gestione delle emergenze. I partiti che hanno firmato accordi suicida devono andare a casa”.

RENZI: ACCORDI IN VIGORE FIRMATI GOVERNO CAV, MINISTRO MARONI

“Poi ci vorrà qualcuno che spieghi a Lega e Cinque Stelle che gli accordi in vigore sull’immigrazione sono quelli di Dublino, firmati nel 2003 dal Governo Berlusconi, ministro Maroni“. Lo scrive su facebook Matteo Renzi, segretario Pd.

29 giugno 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988