Agricoltura, Braia: “Continua la pressione per i pagamenti Agea”

agricolturaPOTENZA – “Andremo avanti nella pressione politica istituzionale sino alla soluzione dello sblocco dei pagamenti agli agricoltori dal parte di Agea”. Lo comunica in una nota l’assessore alle Politiche agricole e forestali Luca Braia.
“Il nostro sollecito ad intervenire a difesa degli agricoltori per arrivare alla risoluzione dei ritardi dei pagamenti da parte di Agea – sottolinea –  è stato accolto nei giorni scorsi da tutti gli assessori regionali. Insieme abbiamo chiesto al Governo un intervento urgente ed incisivo per superare la gravità della situazione che si è creata a causa del ritardo accumulato nel procedere ai pagamenti della domanda unica e dello Sviluppo Rurale della Pac 2015 e al rilascio dei Titoli definitivi per la Pac 2016. Ringrazio l’on. Maria Antezza, che insieme ai parlamentari Nicodemo Oliverio e Sani e agli altri componenti del gruppo Pd della Commissione Agricoltura, hanno presentato al ministro Maurizio Martina una interrogazione urgente accogliendo il nostro invito e valorizzando l’istanza partita dalla Commissione Agricoltura della Conferenza delle Regioni presieduta da Leonardo Di Gioia, assessore Agricoltura della Regione Puglia”.
Il Ministro- prosegue- durante il question time di oggi, ha risposto che Agea pagherà a breve 7 mila agricoltori per 35 milioni di euro e che entro giugno stabilirà il completamento dei pagamenti dei saldi rimanenti. Una risposta ed un impegno che monitoreremo giorno dopo giorno per verificarne il totale rispetto, perché è fondamentale per gli agricoltori d’Italia, e della Basilicata in particolare, ricevere il residuo dei pagamenti ad oggi sospeso che ammontano a circa 40 milioni di euro. Pesanti rimangono quindi le conseguenze dei mancati pagamenti per i nostri agricoltori che diventano veri e propri ritardi competitivi, fino a che la problematica con l’organismo pagatore continua ad essere aperta e tutti gli sforzi vengono vanificati dalla inefficienza di Agea e dalla burocrazia.
“Pertanto continueremo a sollecitare con determinazione lo sblocco dei ritardi dei pagamenti, unitamente ad una riorganizzazione funzionale della stessa, che con la nuova gara per la gestione per la prossima programmazione del Sian si gioca l’ultima carta possibile per recuperare efficienza ed efficacia. Per continuare a mantenere alta la tensione sul tema – conclude l’assessore Luca Braia – ed evitare che la nuova programmazione non parta con l’handicap alla vigilia dei nuovi bandi”.

29 Aprile 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»