Comune Vicenza, ecco i droni per la Protezione civile - DIRE.it

Veneto

Comune Vicenza, ecco i droni per la Protezione civile

protezione civile droni

VICENZA – Vicenza è il primo comune in Italia ad aver ottenuto dall’Enac, l’Ente nazionale per l’aviazione civile, il riconoscimento di operatore Sapr (Sistema aeromobile a pilotaggio remoto) per finalità di protezione civile. Solo altri due comuni in Italia hanno ottenuto questo riconoscimento dall’Enac, ma per attività di polizia locale e non in ambito di protezione civile” spiega l’assessore alla sicurezza Dario Rotondi. “Vicenza- prosegue- potrà rappresentare un punto di riferimento per le innovative applicazioni dei droni nell’ambito delle emergenze e per ricognizioni del territorio con finalità di prevenzione”.

I due dipendenti del comune di Vicenza che hanno ottenuto l’attestato di pilota Apr (Aeromobile a pilotaggio remoto), potranno utilizzarlo in “operazioni specializzate non critiche”, ovvero operazioni con volo a vista e senza sorvolare “aree congestionate, assembramenti di persone, agglomerati urbani e infrastrutture sensibili”. Il drone di proprietà del comune, costruito nell’ambito del progetto europeo Achelous grazie alla collaborazione tra il dipartimento di Tecnica e gestione dei sistemi industriali dell’Università di Padova e il costruttore milanese ProjectEMS, potrà inoltre volare solo di giorno, fino ad un’altezza massima di 150 metri e fino ad una distanza massima sul piano orizzontale di 500 metri dal pilota.

di Fabrizio Tommasini, giornalista

29 aprile 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»