Terrorismo, arresti tra Roma e Latina: colpita la rete dell’attentatore di Berlino

ROMA – Cinque arresti tra Roma e Latina: è stata colpita la rete di terroristi che facevano capo a Anis Amri, il tunisino di 24 anni autore della strage al mercatino di Natale sulla Breitscheidplatz di Berlino, poi ucciso a Sesto San Giovanni (Milano) il 23 dicembre del 2016. E’ in corso dalle prime ore di questa mattina l’operazione condotta dalla Digos di Roma e di Latina.

Leggi anche: Ucciso a Milano l’attentatore di Berlino

Le ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse dal Gip del Tribunale di Roma sono cinque. I reati ipotizzati: addestramento e attività con finalità di terrorismo internazionale e associazione a delinquere finalizzata alla falsificazione di documenti e al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Sono anche in corso una serie di perquisizioni nelle province di Latina, Roma, Caserta, Napoli, Matera e Viterbo.

Leggi anche: Berlino, arriva la conferma: Fabrizia Di Lorenzo tra le vittime dell’attentato

29 Marzo 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»