Auto del vicesindaco di Belvì crivellata di colpi, la condanna di Ganau

Sardegna_Ganau

CAGLIARI –  “Ennesimo attentato intimidatorio che desta forte preoccupazione e che lascia, anche per la dinamica che lo ha caratterizzato, davvero sconcertati”. Il presidente del Consiglio regionale della Sardegna, Gianfranco Ganau esprime così massima solidarietà al vicesindaco di Belvì (Nuoro), Maurizio Cadau, vittima di un atto intimidatorio il giorno di Pasqua. L’auto dell’amministratore locale, esponente di Fratelli d’Italia, è stata crivellata di colpi di pistola.

“Non può e non deve mancare la vicinanza dell’Assemblea sarda a chi ogni giorno presta il proprio tempo e offre servizio alla comunità che lo ha scelto come amministratore- prosegue Ganau- ferma condanna al vile atto criminoso e massimo sostegno al vicesindaco Cadau che con coraggio e responsabilità ha scelto di non cedere all’intimidazione. Molto ancora deve essere fatto affinché si raccolgano i primi risultati dell’istituzione dell’Osservatorio nazionale, voluto dal ministro Angiolino Alfano”, conclude il massimo rappresentante dell’Assemblea sarda, che poi si dice d’accordo con il presidente dell’Anci Sardegna Piersandro Scano: “La strategia di contrasto del fenomeno che caratterizza la nostra isola deve comprendere più azioni, in primo luogo un rafforzamento del presidio territoriale e una maggiore presenza dello Stato, ma anche e soprattutto interventi mirati a promuovere una cultura della legalità che porti ciascun cittadino a sentire la responsabilità di denunciare atti di questo tipo”.

 Di Andrea Piana, giornalista

29 Marzo 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»