Confermata l’assoluzione per Asia Bibi: potrà lasciare il Pakistan

Sulla donna, cristiana e madre di cinque figli, pendeva l'accusa di blasfemia
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – La Corte suprema del Pakistan ha respinto oggi un ricorso contro l’assoluzione di Asia Bibi. In questo modo, riferiscono quotidiani e portali di informazione di Islamabad, si conclude la battaglia legale sulla donna cristiana che aveva rischiato la condanna capitale perché accusata di blasfemia.

Madre di cinque figli, Bibi potrebbe subito lasciare il Paese.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

29 Gennaio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»