AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE liguria

Ilva, Rixi: “Sottosegretari nel Governo non contano, Renzi rispetti i patti”

GENOVA – “I sottosegretari contano ben poco nel governo Renzi. Quello che conta è capire la volontà del premier, se vorrà sacrificare Genova per Taranto o se rispetterà gli impegni che lui stesso ha sottoscritto e che al momento non intende rispettare”.
Lo dice alla Dire l’assessore allo Sviluppo economico della Regione Liguria, Edoardo Rixi, commentando la vertenza Ilva Genova e l’avvicendamento del sottosegretario al Mit e del rappresentante del governo che parteciperà al Collegio di vigilanza sull’accordo di programma a Roma il 4 febbraio. “Per noi– prosegue Rixi- cambierà qualcosa solo nel momento in cui arriveranno dal governo le risposte sul futuro dello stabilimento Ilva di Cornigliano. Dobbiamo sapere che cosa ci attenderà nei prossimi anni e avere gli strumenti per garantire il rispetto degli accordi salariali coi lavoratori, la presenza di un plesso industriale l’inserimento di altre aziende su quel territorio”.

ilva_corteo11L’assessore teme che “il governo non stia gestendo bene il processo, non solo per quanto riguarda l’Accordo di programma ma anche per quanto riguarda la vendita di un terreno su cui è ancora insediato un imprenditore privato, rischiando la nascita di un contenzioso che potrebbe durare per decenni bloccando sia lo stabilimento sia la possibilità di gestirlo in modo differente”. Rixi conclude sottolineando che non viene chiesto “al governo nulla di più di quanto pattuito. Vogliamo una previsione reale di ritorno al lavoro per queste persone perché non possiamo pensare di mantenere gli strumenti di solidarietà sociale per i prossimi 20 anni”.

29 gennaio 2016

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988