AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE marche

Acqua. Anbi: “terminato importante acquedotto irriguo nelle Marche”

logo-bigANCONA – “La conclusione dei lavori di ammodernamento dell”impianto irriguo nella Valle del Tenna, nelleMarche, avvalora la nostra richiesta, ribadita recentemente al Ministro, Maurizio Martina, di riavvio del Piano Irriguo Nazionale: questa è la nostra cultura del fare!“.

Così in un comunicato Francesco Vincenzi, Presidente dell”Associazione Nazionale dei Consorzi di Gestione e Tutela del Territorio e delle Acque Irrigue (Anbi), a proposito dell”opera realizzata dal Consorzio di bonifica Marche che, a soli due mesi dal completamento della condotta in acciaio (lunga oltre 6 chilometri) nella valle dell”Aso, porta a termine un nuovo progetto strategico con un”ulteriore condotta in pressione di altri 6 chilometri, collegata ad una vasca capace di contenere 50.000 metri cubi d”acqua (fondi Psr 2007/2013): si e” passati cosi” dalla modalita” “a scorrimento” alla distribuzione “in pressione”, dove la risorsa idrica viene convogliata in tubazioni interrate, ottimizzando il servizio irriguo.

Le opere realizzate interessano i comuni di Falerone, Montegiorgio, Fermo, Magliano di Tenna, Belmonte Piceno e Grottazzolina. Tra i manufatti progettati domina proprio la vasca di regolazione e compenso (in territorio di Falerone) su una superficie di circa 12.000 metri quadri; il manufatto funge da serbatoio ed e” in grado di garantire, nel caso di interruzione dell”approvvigionamento idrico, un”autonomia nella distribuzione di acqua pari a circa 8 ore di consumo in un giorno di punta.

Singolare è l’attraversamento aereo del fiume Tenna, compiuto dall”acquedotto irriguo prima di “dissetare” la campagna di Belmonte Piceno. “Senza disponibilità d’acqua non c’è agricoltura di qualità– ricorda il Presidente Anbi- e l”84% del made in Italy agroalimentare dipende proprio dalla possibilita” d”irrigazione. Ricordarlo e” quantomai importante alla vigilia di un periodo cruciale per l”attivita” nei campi e che, soprattutto nel Nord Italia, si preannuncia siccitoso”. Il costo complessivo dell”intervento ora concluso e” stato pari a 8.351.270 euro. Il Consorzio di bonifica Marche sta preparando un ulteriore lotto, che permettera” di alimentare la bassa valle del Tenna e parte della vallata dell”Ete Vivo. Cosi” in un comunicato l”Anbi

 

29 gennaio 2016

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988