Migranti, Rocca (Croce Rossa): “Global Compact colpo ai trafficanti”

Oggi il governo italiano ha annunciato che non parteciperà alla conferenza intergovernativa per la firma dell’accordo.

Condividi l’articolo:

ROMA -Il Global Compact è un’opportunità per contrastare i trafficanti che approfittano dell’assenza di un approccio efficiente e umano rispetto alle migrazioni: lo ha sottolineato oggi Francesco Rocca, presidente della Federazione internazionale delle società di Croca Rossa e Mezzaluna rossa (Ifrc).
Una presa di posizione, la sua, successiva all’annuncio che il governo italiano non parteciperà alla conferenza intergovernativa per la firma dell’accordo in programma a Marrakech il 10 e 11 dicembre.

Secondo Rocca, si legge in una nota, “il Global Compact rappresenta un’opportunità per mettere a punto un approccio mondiale alla migrazione che finora non funziona”. Il presidente ha aggiunto: “Troppe persone sono sfruttate da trafficanti e contrabbandieri felici di approfittare della mancanza di un approccio efficiente e umano alle migrazioni”.

Infine, un appello. “A tutti i governi – ha sottolineato Rocca – chiediamo di unirsi, firmare l’accordo e soprattutto lavorare con noi per trasformare le ambizioni del Global Compact in politiche e leggi che facciano la differenza”.

Leggi anche:

28 Novembre 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»