Il braccio destro di Appendino si dimette: aveva chiesto di togliere una multa a un amico

ROMA – Aveva chiesto di togliere una multa a un suo amico. E ora un’intercettazione lo ha rivelato a tutti. Per questo il capo di gabinetto del sindaco di Torino Chiara Appendino si è dimesso: Paolo Giordana, in una telefonata intercettata, aveva chiesto a Walter Ceresa, il presidente dell’azienda di trasporto pubblico torinese, la Gtt, di togliere una multa presa da un suo amico sull’autobus.  E in questa telefonata, a proposito dei controllori di Gtt, ha detto “sono tanto bravi, però sono un po’ troppo, come dire, quadrati”.

Dopo la pubblicazione delle intercettazioni, il braccio destro di Appendino oggi si è dimesso. “Sono convinto della correttezza del mio operato e lo dimostrerò nelle sedi opportune. Mi preme, più che ogni altra cosa, tutelare la Città di Torino e l’Amministrazione. Per questa ragione ho prontamente rassegnato le dimissioni nelle mani della Sindaca” ha dichiarato Giordana.

Questa la replica del sindaco di Torino: “Accetto le dimissioni di Paolo Giordana, sono umanamente dispiaciuta per la persona, lo ringrazio di aver messo al primo posto l’interesse della Città”.

28 Ottobre 2017
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»