AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE LAVORO IN DIRETTA

Il lavoro in DIREtta, ecco le notizie dal territorio

Il mondo del lavoro e non solo. Ogni giorno in Italia il tema dello sviluppo economico, dei rapporti tra imprenditori e lavoratori assumono i contorni piu’ diversi. Qui la ragione di ‘Lavoro in DIREtta’ lo speciale della Dire in collaborazione con i colleghi di Rassegna (www.rassegna.it). Buona lettura

ER: CGIL E FLAI ADERISCONO A CAMPAGNA ‘MAKE FRUIT FAIR!’ – Cgil Emilia Romagna, Flai Cgil Er e Nexus Emilia Romagna aderiscono alla Campagna europea “Make fruit fair!” per richiedere che siano rispettati e garantiti i diritti delle persone che lavorano nella produzione di frutta tropicale, gioia per il nostro palato ma vergogna per le nostre coscienze. Lo comunicano i sindacati in una nota. “Non sono molti i cittadini europei che conoscono le condizioni igieniche, gli orari disumani, i bassi salari e le condizioni di lavoro che minacciano la salute dei lavoratori che coltivano banane, ananas e mango – si legge nel testo -. Diciannove organizzazioni da tutto il mondo si sono unite in una campagna per rendere la frutta più eque”. La campagna prevede una petizione online per chiedere l’intervento dell’Unione Europea. Cgil Emilia Romagna, Flai Cgil Er e Nexus Emilia Romagna promuoveranno la raccolta delle firme in calce alla petizione “Make fruit fair!”, nell’ambito delle proprie strutture, nei luoghi di lavoro e nel territorio. La campagna di raccolta firme terminerà il 10 novembre.

PROVINCIA BERGAMO: FP CGIL, 2/10 SCIOPERO – La Provincia di Bergamo sarà per la prima volta in sciopero, per quattro ore, venerdì 2 ottobre. Sono tanti i motivi per cui la Rsu ha dichiarato la mobilitazione, secondo quanto riporta PubblicAzione, il notiziario della Cgil Funzione pubblica della Lombardia. “A partire dalla riorganizzazione dell’ente – spiega Gian Marco Brumana (Fp Cgil Bergamo) – che la dirigenza sta operando senza aver chiaro chi siano i sovrannumerari, quali siano le funzioni fondamentali e non”. Il sindacalista denuncia anche disparità di trattamento tra i lavoratori: “Ai dirigenti sono state assegnate risorse che ai dipendenti sono state negate, per rispettare, a detta dell’amministrazione, il patto di stabilità”. Una condizione iniqua che fa ancora più irritare i lavoratori che, oltretutto, non ricevono gli straordinari dall’anno scorso: “Appena proclamato lo sciopero ci hanno chiamato per avviare la trattativa sul salario accessorio. Ma non basta, i problemi sono troppi. Il 2 ottobre sarà mobilitazione”.

TRASPORTI: FILT CGIL FVG, A RISCHIO INTERCITY – A rischio i treni intercity del Friuli Venezia Giulia. E’ l’allarme lanciato dalla Filt Cgil regionale in una nota. “Trenitalia Spa lamenta il mancato pagamento da parte dello Stato del servizio a lunga e media percorrenza che rientra nel contratto di servizio passeggeri universale – si legge -. Il contratto di servizio è scaduto il 31 dicembre 2014. Ora si è in una speciale condizione di proroga, senza però che sia stata discussa e intavolata una trattativa che porti a un nuovo contratto di servizio o che si sia avviata una procedura europea di messa a gara dell’attuale servizio. In questa condizione di “proroga” Trenitalia Spa lamenta un mancato pagamento di servizi già erogati superiore ai 200 milioni di euro. Senza risorse e certezze contrattuali definite, secondo il sindacato, sono a rischio in tutt’Italia sono ben 84 treni intercity.In particolare il rischio maggiore riguarda i servizi nazionali più periferici della rete non serviti dalle frecce. La Filt Ccgio ritiene quindi “che si debba garantire, una soluzione negoziata, in tempi brevi tra Stato – Regioni -Trenitalia che mantenga il servizio universale ferroviario come elemento insostituibile di continuità territoriale e di diritto alla mobilità dei cittadini”.

COMUNE MARIANO COMENSE, INDETTO STATO AGITAZIONE – Proclamato a Mariano Comense (Como) lo stato di agitazione dei dipendenti comunali. A darne notizia è PubblicAzione, il notiziario della Cgil Funzione pubblica della Lombardia. A motivare la protesta, la decisione dell’amministrazione di tagliare del 36 per cento il fondo di produttività, cioè ben 21 mila euro dei previsti 58 mila. ‘Peraltro è grave che il contratto decentrato 2012-2014, per la parte di salario accessorio relativa al 2014, non sia stato ancora assolto. Nessuno è stato ancora pagato” commenta Matteo Mandressi, segretario Fp Cgil Como: “Nel frattempo i lavoratori stanno supplendo alle carenze di organico con carichi di lavoro eccessivi, che si traducono anche in ore di straordinario, nemmeno quelle liquidate”.

LIGURIA: FILT, ENNESIMA AGGRESSIONE A CAPOTRENO – “Sabato 26 settembre 2015 si è verificata l’ennesima aggressione nei confronti di un Capotreno della divisione Regionale Liguria. La lavoratrice ha subito danni fisici, per fortuna non di grossa entità, e certamente danni psicologici”. Ne dà notizia la Filt Cgil Liguria. Il sindacato fa sapere che “ha da tempo intrapreso un percorso per indurre Trenitalia a mettere in campo risorse sia economiche che umane volte ad avere più personale presente sui treni considerati a rischio. Tale richiesta di risorse non si è limitata alla sola Azienda ma ha coinvolto il Prefetto di Genova e il Ministero degli Interni.La Filt Cgil, quindi “monitorerà tale percorso e se necessario, come nel recente passato, attiverà concrete iniziative di protesta”.

28 settembre 2015

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram