AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE calabria

Olio extravergine di oliva, l”oro giallo’ della Calabria a Expo

MILANO – È una quarta giornata, questa all’interno de ‘La settimana del protagonismo’ della Calabria all’Expo di Milano, che abbandona per un attimo banchetti e convivi per immergersi nell’ambito più scientifico della ricerca alimentare, non trascurando mai l’aspetto geoeconomico. E nella discussione sul legame tra cibo e salute non si può non parlare dell’olio extravergine di oliva, vero e proprio ‘oro giallo’ e alimento che più di ogni altro incarna il ruolo di ambasciatore nel mondo della dieta mediterranea, argomento principale di questo quarto appuntamento con l’universo calabrese. Ecco dunque il meeting ‘The elixir of life. L’olio extravergine delle olive di Calabria’, organizzato al padiglione del Corriere della sera, a cui hanno preso parte ricercatori incaricati di divulgare le informazioni sulle straordinarie proprietà salutari dell’olio, accompagnati da alti dirigenti regionali che si occupano dell’aspetto produttivo ed economico.

Giacomo Giovinazzo, direttore responsabile del settore delle filiere produttive, è intervenuto per illustrare la geografia economica di questo alimento: “La filiera produttiva dell’olio extravergine è una delle prime filiere della regione, con 180.000 ettari di terreno e una fatturazione di 500 milioni di euro annui”. Una filiera florida che però ha qualche difficoltà nell’imporsi nella grande distribuzione internazionale, in quanto l’olio calabrese è un prodotto quasi di elite: “Una delle difficoltà che riscontriamo nella distribuzione oltre confine è l’incapacità di fare quantità- ha concluso Giovinazzo- perché il nostro olio va soprattutto in reti gourmet, come ristoranti e degusterie, e dunque non riesce per prezzo e per competizione a essere presente nei supermercati comuni, in quanto i costi di produzione sono elevati rispetto ad altri oli, come ad esempio quello spagnolo”.

La conferenza ‘The elixir of life. L’olio extravergine delle olive di Calabria’ ospitata al padiglione del Corriere della sera ha aperto la quarta giornata de ‘La settimana del protagonismo della Calabria’ all’Expo di Milano, annoverando tra gli altri l’intervento della dottoressa Laura Di Renzo, ricercatrice nutrizionista dell’università di Tor Vergata, a Roma, che ha spiegato come l’olio extravergine di oliva, “quando qualitativamente caratterizzato e certificato, porta con sé un valore salutare legato a un potere antinfiammatorio e antiossidante”, perciò “consumare tutti i giorni quei 50 grammi di olio extravergine di oliva è un po’ come prendere un medicinale per prevenire quelli che sono i rischi legati all’infarto e alle patologie cardiovascolari”. Parlando con l’agenzia Dire a margine dell’incontro, la ricercatrice ha aggiunto come “l’olio calabrese, grazie alla ricchezza di molecole come il tirosolo”, abbia “proprietà organolettiche ma pure nutrizionali, anche grazie alla terra, al sole e all’esposizione all’aria di mare e dei monti- ha concluso- tipica di una regione geograficamente molto stretta”.

28 settembre 2015

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram