AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE lazio

Terremoto, Protezione civile: “Domani primi sopralluoghi a scuole”

ceriscioli_erlicottero_terremoto

ROMA – “Dopo la fase dell’emergenza è partita la fase supporto per la valutazione dei danni. Domani faremo i primi sopralluoghi alle strutture scolastiche”. Lo ha detto il capo della protezione civile Fabrizio Curcio in conferenza stampa a Rieti.

“Sarà fatta prima una valutazione tecnica seria, per capire i gradi di danneggiamento- ha precisato Curcio- e poi faremo un elenco di ciò che può essere utilizzato o no. Se non si può utilizzare, troveremo delle soluzioni alternative“.

“290 LE VITTIME, PLAUSIBILE 10 DISPERSI”

Curcio ha confermato il bilancio delle vittime a 290, “gli assistiti sono più di 2.500 e vorrei evidenziare- ha aggiunto il capo della Protezione civile- che la disponibilità nelle aree di accoglienza è superiore a quella richiesta perché c’è anche una quota di persone che hanno fatto scelte diverse. Le forze in campo sono oltre 6000, quasi una sessantina i campi”.

Quanto ai dispersi che, secondo il sindaco di Amatrice sarebbero ancora dieci, “è l’ordine di grandezza identificato dal sindaco e su questo stanno lavorando i soccorritori: mi sembra plausibile, perchè l’ha detto lui che conosce bene la situazione”, ha aggiunto Curcio, sentito da SkyTg24 a margine della conferenza stampa.

“DA OGGI DIREZIONE E CONTROLLO A RIETI, INPS CI HA DATO UNA SEDE”

“Da oggi, quarto giorno, istituiamo direzione comando e controllo della Protezione civile a Rieti. In serata staccheremo il comando di Roma e saranno pienamente operative le attività di qui”, dice il capo della protezione civile. La sede della nuova struttura l’ha data l’Inps e Curcio ha ringraziato per la celerità il presidente Tito Boeri: una sede che “ha valore simbolico e strategico, non si sostituisce ad altri ma funziona a supporto di quei centri”.

LEGGI ANCHE

28 agosto 2016

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988