AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE lazio

Non solo “Roma fa schifo”. Paese che vai, degrado che trovi

maniaco-metro-parigiLa guerra mondiale della “monnezza” è scoppiata. E facendo un giro sui social network, sui quali in queste ore gli utenti fanno a gara nel pubblicare le immagini del degrado nelle Capitali mondiali, ci si accorge che alla fine non solo “Roma a fa schifo”.

Il reportage della settimana scorsa del New York Times sul degrado della Capitale, oltre ad aver scatenato l’ennesimo giro di polemiche tra le forze politiche in Italia, ha anche dato vita una gara internazionale dedicata ad individuare la città più degradata del mondo occidentale. Nelle ultime ore, ad esempio, su Facebook molti cittadini italiani in vacanza a New York stanno ricambiando “il favore” reso alla Capitale italiana dal quotidiano americano scattando una serie di fotografie che immortalano la spazzatura ritrovata in strada nella Grande Mela. E, in effetti, non si nota troppa differenza con le situazioni di degrado della Città eterna: dai sacchi di rifiuti non raccolti sulla Fifth avenue, alle decine di lattine e bottiglie di plastica che infestano le stazioni della metropolitana, fino ad improbabili raccoglitori abusivi di rifiuti che girano per la città con immensi sacchi contenenti bottiglie di plastica. Come a Calcutta o nelle favelas sud americane.

Degrado a New York

Degrado a New York

Ma Paese che vai degrado che trovi. Così l’ultima chicca arriva da Parigi dove Camille Regnier, una giovane attrice di 21 anni, ha acceso un faro sulle situazioni di decoro del metrò di Parigi rendendo tristemente celebre un manico intento a masturbarsi all’interno di un vagone. La ragazza ha scattato una foto all’uomo e ha poi condiviso l’immagine sui social network. Il maniaco, poco dopo, è stato arrestato per atti osceni in luogo pubblico. E  il commento ni Camille non si è fatto attendere, molto simile a quello dei tanti romani che spesso commentano con toni esasperati quanto accade di brutto a Roma. “Sono stanca di quello che capita a Parigi- ha scritto- ieri sono stata aggredita da un gruppo di ragazzi e oggi questo. Se dovessi denunciare alla Polizia questi fatti tutte le volte che succedono passerei la mia in commissariato”.

Rifiuti a New York

Rifiuti a New York

28 luglio 2015

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988