Welfare

Poletti: “L’innovazione è essenziale per la competitività del paese”

poletti

ROMA – “Qui mi dicono che Confartigianato ha 70 anni ma non vuole andare in pensione, invece per strada tutti mi chiedono quando andranno in pensione”. Giuliano Poletti, ministro del Lavoro, lo dice aprendo il suo intervento all’assemblea di Confartigianato. Tradizione e modernità, “Il futuro sta qui, il Paese può competere solo se l’innovazione è cifra essenziale“, avverte Poletti, e “da un certo numero di anni questa scelta non l’abbiamo fatta fino in fondo”.

Il fatto è che “ci difendiamo se attacchiamo e se siamo capaci di mettere a valore ciò che facciamo“, valuta il ministro. Il tema è “innovare”, dice Poletti, ad esempio “partendo dall’alternanza tra scuola e lavoro, un passaggio importantissimo ma non basta- sottolinea- se dall’altro lato non ho imprese pronte a giocare la loro partita”.

Su tutto incombe “il tema della digitalizzazione”, ricorda quindi il ministro, citando ad esempio “le fiere dei makers, dove trovi l’artigiano di 70 anni e il ragazzo di 20 che lo aiuta con l’e-commerce”, conclude, garantendoci il posto che meritiamo “alla gara mondiale del saper fare”.

28 giugno 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»