Welfare

Padoan: “Il Governo ha ridotto le tasse di 20 miliardi”

padoan-ministro-economia

ROMA – Il governo ha impostato una strategia di rilancio dell’economia che “passa anche dalla progressiva riduzione della pressione fiscale su famiglie e imprese” che “ha determinato un alleggerimento del carico fiscale di 20 miliardi“. Cosi’ il ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, intervenendo alla scuola tributaria della Guardia di finanza.

La legalità e la trasparenza sono condizioni cruciali per la ripresa, lo sviluppo, la concorrenza e l’equità”, aggiunge Padoan. “La certezza del diritto e una attività di controllo che non penalizzi i contribuenti sono due importanti traguardi fissati da governo. Ma non basta. Per sostenere l’attività dei contribuenti onesti occorre assicurare che la concorrenza nei mercati non sia limitata o falsata da abusi“, insiste. “Il governo sta rafforzando le azioni di lotta all’evasione ed elusione fiscale, alla corruzione e alla criminalità, e intensificando le numerose iniziative poste in essere negli ultimi anni a livello internazionale”.

Il risultato più importante raggiunto dalla comunità internazionale è “il superamento del segreto bancario. Il prossimo passo è rappresentato dal superamento del segreto societario“. Questo perché “la trasparenza sui flussi finanziari tra soggetti residenti in paesi diversi non è sempre sufficiente ad assicurare l’efficacia dell’azione di contrasto all’evasione fiscale internazionale. Per esempio quando i conti finanziari sono intestati a trust società schermo o ad altre entità non trasparenti- spiega il ministro- è necessario conoscere i beneficiari effettivi”.

Il ministro Padoan ricorda che la vicenda dei Panama papers “ha riacceso i riflettori internazionali sulla necessaria implementazione delle attuali regole, degli standard sovranazionali di trasparenza e del loro miglioramento”. I ministri dei 5 principali paesi Ue, tra cui l’Italia, hanno annunciato al G20 una nuova iniziativa sullo scambio automatico di informazioni così che “al termine di questo processo sarà disponibile un altro strumento giuridico per scambiare informazioni e tracciare strutture offshore complesse utilizzate da criminali ed evasori fiscali”, conclude.

28 giugno 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»