Europa

Brexit, Juncker: “Nessuna trattativa segreta, ora fuori”

brexit

ROMA – Il presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker, ha chiesto oggi alla Gran Bretagna di chiarire al più presto il proprio cammino per l’uscita dall’Ue. Allo stesso tempo, il dirigente comunitario ha sottolineato che non sarà avviato alcun negoziato prima della notifica di Brexit da parte di Londra. “Non possiamo alimentare un’incertezza prolungata” ha detto Juncker di fronte al Parlamento europeo, riunito in seduta plenaria a Bruxelles.

“Vorrei che il Regno Unito chiarisse la propria posizione, non oggi, non domani mattina, ma rapidamente”. dice Juncker. Secondo il presidente della Commissione euroepa, le condizioni dell’uscita della Gran Bretagna dall’Ue non potranno essere oggetto di una trattativa segreta. Riguardo i tempi, poi, il presidente della Commissione ha sottolineato che non sarà Londra a decidere: “Siamo noi a decidere l’ordine del giorno, non chi vuole uscire dall’Ue”. Al termine dell’intervento di Juncker, il Parlamento Ue ha adottato una risoluzione non vincolante che invita il Regno Unito ad avviare subito la procedura per l’uscita dall’Unione Europea. Il documento costituirà una base di partenza per l’incontro in programma alle 13, sempre a Bruxelles, tra i capi di Stato e di governo dei Paesi membri dell’Ue.

28 giugno 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»