Governo, Mattarella: “E’ mio dovere costituzionale tutelare i risparmiatori”

ROMA – “L’incertezza sulla nostra posizione nell’euro ha posto in allarme gli investitori e i risparmiatori, italiani e stranieri, che hanno investito nei nostri titoli di stato e nelle nostre aziende. L’impennata dello spread giorno dopo giorno aumenta il nostro debito pubblico e riduce le possibilita’ di spesa dello Stato per nuovi interventi sociali. Le perdite in Borsa, giorno dopo giorno, bruciano risorse e risparmi delle nostre aziende e di chi vi ha investito, e configurano rischi concreti per i risparmi dei nostri concittadini e per le famiglie italiane. Occorre fare attenzione anche al pericolo di forti aumenti per gli interessi per i mutui e per i finanziamenti alle aziende. In tanti ricordiamo quando prima dell’unione monetaria europea gli interessi bancari sfioravano il 20%. E’ mio dovere nello svolgere il compito di nomina dei ministri che mi affida la Costituzione essere attento alla tutela dei risparmi degli italiani. In questo modo si riafferma completamente la sovranita’ italiana”. Sergio Mattarella, Presidente della Repubblica, lo dice ieri sera dal Qurinale.

“RESPINGERE INACCETTABILI GIUDIZI SU ITALIA” 

“Vanno respinte al mittente inaccettabili e grotteschi giudizi sull’Italia apparsi sugli organi di stampa di un Paese europeo. L’Italia e’ un Paese fondatore dell’Unione europea e ne e’ protagonista”. 

28 maggio 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»