AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE politica

“Buona Scuola”, Malpezzi spiega come nasce la legge – Oggi le modifiche dell’articolo 2

“Oggi in Commissione siamo andati avanti sull’articolo 2 con una importante riformulazione che chiarisce quali sono i metodi di scelta dell’organico triennale dei docenti che verrà dato in dotazione alle scuole e che per alcune dinamiche poteva sembrare oscuro”. Simona Malpezzi, deputata del Pd in commissione Cultura, spiega come procede la riforma della ‘buona scuola’ del governo Renzi.

In una videointervista all’agenzia Dire, Malpezzi parla di come è stato modificato l’articolo: “Se è vero che è il ministero a finanziare l’organico di cui ogni scuola ha bisogno, come è giusto che sia, sarà la scuola a far richiesta del numero di insegnanti di cui ha bisogno per poter realizzare il proprio piano dell’offerta formativa, che verrà articolato su 3 anni. Sarà poi l’ufficio scolastico regionale a dare una valutazione e decidere il numero di insegnanti da assegnare”.

Non solo, aggiunge la deputata del Pd, “la cosa ulteriormente positiva è che siamo riusciti ad aggiungere un altro elemento importante: la rivisitazione annuale del piano dell’offerta formativa che è stabilito su 3 anni, e sulla base di questi 3 anni c’è l’organico, ma il fatto che il piano possa essere rivisto consentirà anche una sorta di percorso di valutazione interno che aiuterà di sicuro le scuole”.

Infine, Malpezzi chiude con “una rettifica”, che riguarda le modifiche apportate ieri all’articolo 1 del ddl. “L’articolo 1 è stato modificato non solo col voto contrario di Forza Italia, ma anche del Movimento 5 Stelle. Mi spiace perché penso che quell’articolo fosse davvero importante, perché esprime la filosofia di tutto il ddl, rappresenta la vera autonomia”. I pentastellati, conclude, “stanno facendo i pesci nel barile: accolgono positivamente e poi non lo votano”.

 

28 aprile 2015

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988