AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

Rifiuti, 11.200 tonnellate nel 2016, ma la raccolta differenziata è sotto al 30%

SAN MARINO – Nel 2015 i rifiuti sammarinesi hanno superato 11.200 tonnellate, mentre, malgrado i buoni propositi del governo, la soglia di raccolta differenziata si è fermata al di sotto del 30%: Rete fa il bilancio dell’andamento rifiuti e guarda avanti. Per il 2016, infatti, ci sarà una novità: se lo scorso anno le tonnellate di scarto del Titano venivano distribuite per lo smaltimento tra Imola, per il loro recupero, e la discarica di Sogliano, “è notizia di ieri- scrive Rete- che, a seguito di un incontro a Bologna tra governo sammarinese e la giunta regionale dell’Emilia-Romagna, l’intenzione sarebbe quella di bruciare tutti i rifiuti di San Marino in un unico posto poco lontano da noi, a Coriano, nell’impianto di Raibano“. Dito puntato contro l’incenerimento: “Una pratica primitiva- lamentano i civici- superabile con l’aiuto di nuove tecnologie non impattanti e con una gestione che riduca a monte la produzione dei rifiuti”. Preoccupa poi la reazione dei vicini appena fuori confine, “già attivi nella differenziazione e con buoni risultati- scrive Rete-. Quale sarà la loro reazione quando sapranno che a bruciare nell’inceneritore di Coriano ci saranno 10 mila tonnellate di rifiuti prodotti a San Marino?”.

InceneritoreE ancora: “Anziché spendere milioni per pubblicizzare all’Expo di Milano una San Marino a Rifiuti Zero che non esiste- incalza il movimento- i Segretari meglio avrebbero fatto a concretizzare la differenziazione ampiamente richiesta”. Infine, “finché a dirigere il gioco ci saranno le stesse persone che da anni ricoprono ruoli dirigenziali senza raggiungere gli obiettivi- conclude la nota di Rete- non possiamo che aspettarci altri aumenti di costi, mala gestione, impatto sulla nostra salute, metodi primitivi come l’incenerimento, e incrinamento dei rapporti con i vicini appena fuori confine”.

28 gennaio 2016

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988