Ius Soli, Manconi: "Vicenda tra il grottesco e l'indegno" - DIRE.it

Politica

Ius Soli, Manconi: “Vicenda tra il grottesco e l’indegno”

ROMA – “Attribuisco la colpa per un verso alla destra, che ha mobilitato la paura manipolandola e presentando questo provvedimento sacrosanto e saggio come una misura che puntasse ad attribuire la cittadinanza italiana a coloro che sbarcano quotidianamente sulle nostre coste, il che rappresenta un falso clamoroso. E per un altro verso al Pd perche’ quei 29 senatori assenti dicono che il Pd non ci credeva abbastanza. Il dato politico e’ inequivocabile”. Sono le parole di Luigi Manconi, Senatore Pd, presidente della Commissione dei diritti umani intervenendo questa mattina ai microfoni di Radio anch’io su Rai Radio 1.

“Lo dico con tranquillita’ e con dolore- prosegue il senatore dem- visto che il Pd e’ il mio partito. La cittadinanza di cui parliamo riguarda i bambini che nascono in Italia da genitori stranieri residenti regolarmente. Il compito della politica deve essere quello di spiegare, motivare. Ben 6 Ministri dell’interno hanno sottoscritto un documento in cui si dice che la riforma della cittadinanza e’ un contributo prezioso alla sicurezza collettiva. L’epilogo di questa vicenda oscilla tra il grottesco e l’indegno”.

Sullo stesso tema e’ intervenuto anche Gianmarco Centinaio, presidente dei senatori della lega nord: “Ci riteniamo vincitori morali di questo percorso e di questo stop a questa legge assurda e inutile che e’ stata voluta da chi poi, l’ha pure affossata”.

27 dicembre 2017
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»