Di Maio: “Avanti, giudizio Standard and Poor’s ci scivola addosso”

ROMA – Standard and poor’s ha confermato, ieri sera, il rating dell’Italia a BBB ma l’outlook (la previsione, ndr) passa da stabile a negativa. Lo riferisce l’Agenzia di rating internazionale aggiornando i ‘rating actions’ sul proprio sito.

Di Maio: “Avanti, ci scivola addosso”

“Mai come in questo momento, a vedere chi ci attacca, viene voglia di andare avanti”, dice Luigi Di Maio, oggi in visita nei comuni terremotati e alluvionati delle zone di Catania, Siracusa e Enna, a proposito delle polemiche successive al giudizio di Standard and Poor’s.

A chi gli chiede se ci sarà un ridimensionamento del reddito di cittadinanza, dopo il giudizio dell’agenzia di rating, il vicepremier Di Maio dice: “No, no, no. Tra l’altro Standard and Poor’s ieri non ci ha neanche declassato, pero’ siccome bisogna leggere il negativo anche dove non c’è il negativo, stamattina tutti dicono che ci ha mazzolato. Invece deve essere ben chiaro che questo governo non arretra: si farà il reddito di cittadinanza, si farà la pensione di cittadinanza, si farà quota 100. Queste tre misure sono collegate. Le due cose non si toccano, il reddito di cittadinanza non si tocca”.

Di Maio sottolinea che “nessuno nel governo vuole ridimensionare il 2,4%, che va avanti così perchè è una manovra del popolo. Andiamo avanti e facciamoci scivolare un po’ addosso i moniti che arrivano da istituzioni che in passato hanno approvato il peggio del peggio, hanno detto sì alle peggiori nefandezze di questo paese, jobs act, legge Fornero e soldi alle banche”.

Leggi anche:

27 ottobre 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»