AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE politica

Grasso lascia il Pd; Visco bis a Bankitalia; “La disoccupazione è un’ingiustizia; Orgoglio Cna


Ecco i titoli e il tg politico realizzato dall’agenzia Dire.

GRASSO LASCIA IL PD, NON LO RICONOSCO PIU’

“Non riconosco più né il merito né il metodo” del Partito Democratico. “La fiducia sul Rosatellum è stata una sorta di violenza”. Il presidente del Senato Pietro Grasso lascia il gruppo del Pd e attacca i dirigenti del Partito. A difenderli il capogruppo alla Camera Ettore Rosato, per il quale la fiducia sulla legge elettorale era “l’unica cosa che si doveva fare”. Grasso sa che erano stati chiesti voti segreti. Comunque, conclude Rosato, “se non si riconosce nel nostro partito, è giusto” che lasci il gruppo.

VISCO BIS A BANKITALIA, MA E’ SCONTRO CON RENZI

Ignazio Visco resta a via Nazionale. Il Consiglio dei ministri ha confermato il governatore della Banca d’Italia per un secondo mandato e il presidente della Repubblica ha firmato il decreto. Non si placa però lo scontro tra il premier Paolo Gentiloni e il segretario del Pd Matteo Renzi. Il leader dem ha ribadito di non condividere questa scelta e i ministri renziani Martina, Delrio, Lotti e la sottosegretaria Maria Elena Boschi non hanno partecipato alla riunione a Palazzo Chigi.

LAVORO, CEI: LA DISOCCUPAZIONE E’ UN’INGIUSTIZIA

“Il lavoro è vocazione, è missione: una persona priva di lavoro e’ una ingiustizia”. Il cardinale Gualtiero Bassetti invita la politica a fare di più per contrastare la disoccupazione: “Nella crisi vedo anche la speranza- dice il presidente della Cei- basta col caporalato, con lo sfruttamento. Il lavoro deve essere creativo, altrimenti l’uomo rischia di diventare una macchina”.

GENTILONI INCONTRA RENZO PIANO, CASA ITALIA PROSEGUE

Il presidente del consiglio Paolo Gentiloni ha incontrato a palazzo Giustiniani il senatore a vita Renzo Piano e il gruppo di lavoro G124. Il team di architetti si sta occupando ora degli interventi post-terremoto. L’obiettivo è definire una serie di “progetti-campione” a cui fare riferimento per mettere in sicurezza gli immobili. Il premier rinnova “l’impegno del governo nelle zone del sisma e per la prevenzione e la sicurezza in tutto il paese.

ORGOGLIO CNA, PICCOLI E GIGANTI

“La politica sottovaluta il nostro ruolo, noi siamo il centro del sistema produttivo”. Daniele Vaccarino da’ voce alle piccole e medie imprese della Cna. “Ci chiamano piccoli, dovrebbero chiamarci i giganti”, scandisce alla platea dell’assemblea nazionale. Sulla legge di bilancio il giudizio Cna “non è negativo”, ma il problema, dicono, “è il fisco: con questo livello di tassazione- avverte Vaccarino- le imprese non possono investire”.

27 ottobre 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988