Sanità

Luigi Piazza eletto presidente Sicob: “Coinvolgeremo i giovani” /VIDEO

img_sicob2

ROMA – Il nuovo presidente di Sicob-Societa’ italiana chirurgia dell’obesita’ e delle malattie metaboliche e’ Luigi Piazza. L’elezione e’ avvenuta nel corso dell’assemblea che ha avuto luogo durante il congresso congiunto delle societa’ scientifiche italiane di chirurgia, in corso a Roma presso l’Auditorium Parco della Musica. “La mia mission sara’ riprendere quanto di buono fatto fino adesso, che e’ tanto, coinvolgendo attivamente i giovani all’interno della societa’.

Quello dei giovani e’ un tema a cui sono molto legato, perche’ rappresentano il motore delle societa’ scientifiche” ha spiegato poi Luigi Piazza all’agenzia Dire. Altro obiettivo, ha continuato il neo presidente, “e’ di spingere sulla formazione, e di andare avanti col progetto di Fad e video library, per rendere questa societa’ il piu’ possibile fruibile attraverso la multimedialita’”.

Tra le attivita’, Sicob promuove la ricerca e il progresso nel settore della chirurgia dell’obesita’ e delle malattie metaboliche, anche grazie a un continuo dialogo con le istituzioni che, ha osservato Piazza, comunque “e’ migliorabile.


Le istituzioni hanno cominciato a comprendere che l’obesita’ ha un impatto devastante sul Sistema sanitario nazionale. Far entrare la chirurgia come strumento di cura di una malattia che apparentemente non e’ chirurgica non e’ stato semplice, ma confido nelle istituzioni, che sembrano molto aperte a questo problema che interessa il 10% circa della popolazione italiana.

Abbiamo professionisti preparati al pari di altre nazioni europee, siamo tra i primi tre Paesi nella cura di queste malattie”. Per quanto riguarda le strutture, ha concluso, “vanno adeguate alle persone, che hanno esigenze leggermente diverse dalle persone ‘normopeso’. Hanno necessita di avere poltrone, letti e letti operatori adeguati alla loro struttura. Questo comportera’ un certo investimento che credo sia necessario”.

di Flavio Sanvoisin, giornalista professionista

 

27 settembre 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»