AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE lazio

Sciolto il municipio di Ostia. E Alfano punta su Gabrielli per far uscire Roma da Mafia Capitale

angelino alfanoNessuno scioglimento per Mafia di Roma Capitale in seguito allo scandalo dell’inchiesta ‘Mondo di Mezzo’. Lo ha deciso il Consiglio dei Ministri che si è tenuto stamani, nel corso del quale però è stata accolta la richiesta del ministro degli Interni, Angelino Alfano, di sciogliere il X Municipio (quello di Ostia), maturata dopo aver studiato la relazione fornita dal prefetto capitolino Franco Gabrielli. Il prefetto Domenico Vulpiani, dal vice prefetto Rosalba Scialla, dal dottor Maurizio Alicandro, sono i componenti della commissione che si occuperà di questo territorio.

Non mancano le iniziative per riportare la città sui binari della legalità. Alfano ha annunciato di aver affidato al prefetto Gabrielli e al sindaco Marino il compito di stilare un piano di intervento composto da atti di indirizzo generale, per regolare le 8 aree di interesse toccate dall’inchiesta della Magistratura. Si va dalla gestione del verde pubblico a quella dell’immigrazione e dei campi nomadi, a questioni più prettamente amministrative quali l’affidamento di servizi e forniture (tra cui è prevista la compilazione di un albo di ditte fiduciare per l’affidamento di servizi) e l’implementazione del sistema di controlli interni.

Infine, per quanto riguarda i preparativi in vista del Giubileo straordinario della Misericordia, il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Claudio De Vincenti, che tiene a precisare che “già da tempo sta lavorando un tavolo interistituzionale Governo-Comune-Regione”, ha annunciato che il premier Matteo Renzi ha già firmato un decreto col quale si affida al prefetto di Roma Gabrielli il ruolo di ‘raccordo’ operativo tra i soggetti che dovranno vegliare su sicurezza, trasparenza ed efficienza della macchina organizzativa: questi attori sono il Comune di Roma, con competenze su accoglienza e mobilità, e la Regione Lazio con competenze su predisposizione dei servizi sanitari necessari.

27 agosto 2015

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram