AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE lazio

Atac: “Ci vogliono tre anni per il nodo di San Giovanni tra metro A e metro C”

ROMA – La stazione San Giovanni della linea A “sarà oggetto di una consistente ristrutturazione in ambito di nodo di scambio con la metro C. Ma ci vorranno non meno di 3-4 anni per adeguarla. Questa è una stima mentre ancora non c’è un cronoprogramma ufficiale di RomaMetropolitane che è l’ente responsabile di questo progetto in variante, che sarà realizzato da Metro C spa. La stazione della linea C sarà invece pronta a fine anno, più probabilmente a gennaio 2018″. È quanto detto quest’oggi da Mario Macaluso, dirigente responsabile di Atac dell’area gestione ed esecuzione degli interventi di autorizzazione e della prevenzione degli incendi, nel corso di una riunione congiunta delle commissioni capitoline Mobilità e Politiche Sociali.

Cade, dunque, il velo di mistero sul tunnel di collegamento tra linea A e linea C a San Giovanni, un tema sul quale più volte l’amministrazione era stata vaga nei mesi scorsi.

Il problema è legato all’adeguamento alle norme antincendio della stazione della linea A: questo vuol dire che quando, tra dicembre 2017 e gennaio 2018, aprirà la stazione della linea C il tunnel sotterraneo di collegamento tra le due linee non potrà essere aperto fino ad un intervento sulla metro A.

Si pensava ad un lavoro nel breve periodo ma quanto fatto sapere oggi da Atac prefigura uno scenario di 3 o 4 anni durante i quali gli utenti, per scambiare tra linea A e linea C, dovranno risalire a livello atrio, dove c’è già un passaggio, e riscendere a livello banchina. L’intervento sul nodo San Giovanni comprenderà comunque anche il restyling estetico della parte legata alla linea A, oggi visibilmente fatiscente e scarsamente illuminata.

di Emiliano Pretto, giornalista professionista

LEGGI ANCHE Roma come Pompei, negli scavi della metro C trovati cane e mobili di legno del III secolo FOTO

LEGGI ANCHE Metro C: a San Giovanni entro l’anno, fermata Colosseo-Fori Imperiali slitta al 2023?

27 giugno 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988