Myanmar, 200 buddhisti aggrediscono musulmano

moschea_minaretoROMA – Una folla di oltre 200 buddhisti ha assaltato un musulmano, perquisendo la sua casa e poi distruggendo una moschea, un altro edificio e il cimitero islamico.

L’uomo, a causa delle ferite riportate, e’ stato trasportato in ospedale. Una volta medicato, e’ stato preso in custodia dalla polizia, che lo tratterra’ solo una volta accertato che non sussistono ulteriori rischi per la sua sicurezza.

Altri 44 musulmani hanno invece lasciato il villaggio per precauzione.

L’incidente e’ avvenuto giovedi’ scorso nella regione di Bagu, in Myanmar, ma il Myanmar Times ne da’ notizia solo oggi. Le autorita’ locali hanno spiegato che la rabbia dei cittadini di religione buddhista contro al comunita’ islamica e’ esplosa quando hanno saputo di un progetto di costruzione accanto alla moschea: temendo che si volesse edificare un’altra moschea o una scuola coranica, hanno distrutto quella gia’ esistente.

In realta’, come hanno ipotizzato le autorita’, si dovrebbe trattare di un piccolo centro commerciale. Approfondimenti sulla natura di questo progetto e indagini sui responsabili dell’assalto sono attualmente in corso da parte della polizia locale.

27 Giu 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»