M5s, Vittorio Sgarbi chiede di iscriversi al gruppo alla Camera

GENOVA – No comment. Bocche cucite. La consigliera regionale del Movimento 5 Stelle Liguria, Alice Salvatore, risponde con il silenzio alla richieste di un commento alla notizia che sta facendo rapidamente il giro del web: dopo la boutade di qualche giorno fa, Vittorio Sgarbi avrebbe veramente presentato domanda di iscrizione al gruppo del Movimento 5 Stelle alla Camera.

L’indiscrezione è arrivata via Facebook dalla senatrice pentastellata Bianca Laura Granato. Eppure, nel passato anche estremamente recente del critico d’arte eletto a Montecitorio nel proporzionale di Forza Italia in Emilia-Romagna, ci sono parecchi famosi screzi proprio con i grillini. Non solo la sfida con Luigi Di Maio nel collegio uninominale di Acerra e Pomigliano d’Arco, ma anche, ad esempio, l’acceso litigio proprio con Alice Salvatore, nel corso di un dibattito a “L’Aria che tira”, su La7, il 15 maggio 2015.

Oltre all’ormai classico epiteto di “capra”, erano stati diversi gli insulti rivolti dal critico alla grillina, tra cui anche “povera ragazza ignorante” e “stai zitta cretina, studia”. Dalla pentastellata arrivò una querela per diffamazione, ma il giudice del Tribunale di Genova aveva derubricato il reato in ingiurie, depenalizzate. Difficile, comunque, che Sgarbi e Salvatore possano trovarsi fianco a fianco in qualche riunione alla presenza di Di Maio: è quasi certo che il gruppo parlamentare pentastellato, infatti, rigetterà la richiesta che ai più sembra solo l’ennesima provocazione “sgarbiana”.

27 Marzo 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»