Roma, Mazzoncini (Fs) “Atac? Confermo interesse, ora servirebbe gara”

ROMA – “E’ una domanda che mi viene fatta costantemente da un anno e mezzo e do sempre la stessa risposta, che riconfermo: il servizio di Roma ci interessa“. Renato Mazzoncini, amministratore delegato e direttore generale di Ferrovie dello Stato risponde così a chi gli chiede se la società resti interessata a rilevare la municipalizzata dei trasporti romana Atac, ora che la soluzione del Concordato fallimentare proposto incontra ostacoli rilevanti.

“E’ un servizo della Capitale, uno dei più importanti del Paese, 4 milioni di clienti- spiega Mazzoncini- quindi sarebbe assurdo che il gruppo Fs non se ne interessi. Riteniamo che nella situazione attuale dovrebbe essere fatta una gara“.

“Vediamo ora cosa succede all’interno del concordato, ovviamente auguro ad Atac e a Paolo Simioni (ad Atac, ndr) che è una persona che conosco e stimo e che sta cercando di fare del suo meglio tutta la fortuna possibile- prosegue l’ad e dg Fs Renato Mazzoncini- ma immagino che all’interno del suo piano di concordato lui non possa che traguardare l’ipotesi di gara“.

Quindi, “qualora il servizio di Roma o Atac andasse in gara noi siamo sicuramente disponibili per il Comune di Roma, per dare una mano con la nostra capacità”, garantisce Mazzoncini.

Alla domanda su cosa voterebbe al referendum sulla privatizzazione di Atac Mazzoncini rispone ironico: “sono residente bresciano e a Brescia non c’è nessun referendum“.

27 Marzo 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»