Lazio, Liberi e Uguali scarica Zingaretti: “Non ci sono le condizioni per entrare in Giunta”

ROMA – Liberi e Uguali ha deciso di non entrare nella nuova Giunta Zingaretti. La decisione è stata comunicata in una nota di Angelo Fredda e Piero Latino, coordinatori di Liberi e Uguali Lazio.

“Abbiamo consegnato ieri mattina al presidente Zingaretti la proposta unitaria di LeU per l’individuazione della figura che avrebbe dovuto ricoprire il ruolo di assessore nella Giunta Regionale- si legge- Una ristrettissima rosa di nomi espressione del pluralismo del movimento. Sono prive di ogni fondamento le ricostruzioni di una contrapposizione tra i soggetti promotori di Liberi e Uguali, Art.1- Mdp e SI, che al contrario hanno lavorato da subito per una soluzione condivisa. Il ruolo di LeU è stato decisivo per eleggere Zingaretti: 54mila voti in più di Parisi e LeU che ottiene 88mila voti. Purtroppo, preso atto della mancata risposta di Zingaretti alla nostra proposta, Liberi e Uguali Lazio ritiene che non ci siano le condizioni politiche per la partecipazione alla giunta regionale”.

“Zingaretti- proseguono i due coordinatori- ha strutturato la Giunta senza coinvolgere nella discussione le forze politiche di maggioranza. Venerdì scorso, infatti, abbiamo appreso dalla stampa la composizione della struttura di governo della Regione Lazio nonché la delega che ci era stata attribuita. Per senso di responsabilità abbiamo ritenuto opportuno non sollevare pubblicamente alcuna polemica. Il patto politico e programmatico, che gli ha consentito di essere riconfermato Presidente della Regione, Zingaretti lo ha firmato con le forze che oggi costituiscono LeU e a queste doveva una risposta. È per questa ragione che al Presidente abbiamo detto con chiarezza che al di fuori di quella rosa di nomi LeU non sarebbe stata rappresentata, spiegano Fredda e Latino. Il Consigliere Ognibene ha avanzato una proposta a titolo personale che, seppur legittima, non può essere messa sullo stesso piano politico di quella formalizzata ufficialmente a Zingaretti da LeU Lazio”.

27 Marzo 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»