Fabrizio Frizzi, in centinaia alla camera ardente per salutarlo

ROMA – Se n’è andato poco più di 24 ore fa il noto conduttore Fabrizio Frizzi, a causa di un’emorragia cerebrale. Centinaia i messaggi di cordoglio giunti da ogni dove nei momenti successivi alla diffusione della notizia. A stringere la famiglia in un abbraccio virtuale il mondo dello spettacolo e quello delle persone comuni, perché Fabrizio per tanti “era uno di casa”. 

Leggi anche Fabrizio Frizzi, il ricordo dei colleghi sui social: “Un dolore immenso”

E’ cosi che alle 10 di stamattina erano già centinaia le persone in attesa davanti i cancelli di Viale Mazzini 14 per salutare l”eterno ragazzo della tv italiana. Nella sede della Rai è stata allestita la camera ardente dell’artista, dove fino alle 18 di oggi sarà possibile recarsi per omaggiare la memoria di Frizzi. I funerali si terranno mercoledì 28 marzo alle ore 12 a Roma nella Chiesa degli Artisti a Piazza del Popolo.

GENTILONI: “FRIZZI UNA BELLA PERSONA, UN ESEMPIO PER IL PAESE”

“Oggi qui c’è tantissima gente a conferma che Fabrizio Frizzi era una bella persona, apprezzata per quello era, per la sua umanita’, la sua gentilezza e la sua modestia. Un bellissimo esempio per la Rai, la televisione e per il Paese”. Lo dice il premier, Paolo Gentiloni, lasciando la Camera ardente di Fabrizio Frizzi allestita in viale Mazzini, ai microfoni di Rainews 24.

Leggi anche 40 anni di storia della televisione italiana, il ricordo di Fabrizio Frizzi

27 Marzo 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»