VIDEO | Blitz sulla Sea Watch, tre parlamentari salgono a bordo. Salvini: “Prove che l’Ong ha messo a rischio vite”

Nicola Fratoianni, Riccardo Magi e Stefania Prestigiacomo sull'imbarcazione nonostante il divieto comunicato ieri pomeriggio dalle autorità
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Questa mattina alle 9.25, a bordo di un gommone, una delegazione, composta da tre Parlamentari della Repubblica (Nicola Fratoianni, Riccardo Magi e Stefania Prestigiacomo), dal Sindaco di Siracusa Francesco Italia, medici e avvocati, la portavoce di Sea Watch Italia Giorgia Linardi e Alessandra Sciurba di Mediterranea Saving Humans, ha raggiunto ed è salita a bordo della Sea-Watch-3, che si trova all’ancora nel porto di Siracusa. L’operazione si è realizzata nonostante l’illegale divieto comunicato ieri pomeriggio dalle autorità, che avrebbe impedito ai parlamentari di svolgere quell’attività ispettiva che è loro prerogativa costituzionale. Le motovedette che presidiano la nave Sea-Watch-3 sono intervenute per bloccare il gommone ma sono arrivate troppo tardi”. È quanto si legge in un comunicato di Mediterranea Saving Humans, la piattaforma delle associazioni italiane che con Nave Mare Jonio si alterna con Open Arms e Sea Watch nel Mediterraneo.

“La delegazione- prosegue la nota- sta adesso incontrando i 47 naufraghi salvati a bordo della nave e verificherà le loro condizioni fisiche e psicologiche. Raccoglierà inoltre le loro testimonianze sugli abusi e le vere e proprie torture subite nei campi di detenzione in Libia. Documenterà infine tutte le legittime motivazioni a sostegno della richiesta di sbarco immediato per tutte le persone a bordo. Mediterranea Saving Humans continuerà a garantire in mare e a terra tutto il suo supporto alla delegazione con l’obiettivo di ripristinare quanto prima il rigoroso rispetto del diritto marittimo, internazionale e italiano, verso una positiva conclusione del caso”.

FRATOIANNI: A BORDO SEA WATCH NONOSTANTE DIVIETO

“Insieme ai colleghi deputati Prestigiacomo e Magi, al sindaco di Siracusa, ad attivisti di associazioni di volontariato e ad alcuni legali, siamo a bordo della nave Sea Watch, nonostante il divieto delle autorità che ieri ha impedito che potessimo esercitare le nostre prerogative costituzionali”. Lo annuncia il segretario nazionale di Sinistra Italiana, Nicola Fratoianni di Liberi e Uguali, che ha raggiunto l’imbarcazione a bordo di un gommone. “Verificheremo la situazione a bordo, e continuiamo a chiedere che i naufraghi e l’equipaggio- conclude Fratoianni- siano fatti sbarcare in rispetto delle norme internazionali”.

MAGI: SALITI A BORDO NONOSTANTE DIVIETO

“Con un gommone abbiamo raggiunto la Sea Watch 3 e siamo saliti a bordo nonostante i divieti per esercitare i nostri diritti e doveri di parlamentari. Siamo qui per verificare le condizioni dei passeggeri e dell’equipaggio. Chiediamo che siano fatti sbarcare tutti immediatamente”, lo scrive su Twitter Riccardo Magi, deputato radicale di +Europa che posta anche un video, salito sulla Sea Watch insieme ai colleghi Nicola Fratoianni e Stefania Prestigiacomo e al sindaco di Siracusa Francesco Italia.

SALVINI: PROVE CHE SEA WATCH MESSO A RISCHIO VITE

“Abbiamo elementi concreti per affermare che, mettendo a rischio la vita delle persone a bordo, il comandante e l’equipaggio della ONG Sea Watch 3 abbiano disubbidito a precise indicazioni che giorni fa li invitavano a sbarcare nel porto più vicino (non in Italia!), prove che verranno messe a disposizione dell’autorità giudiziaria. Se così fosse, saremmo di fronte ad un crimine e ad una precisa volontà di usare questi immigrati per una battaglia politica, un fatto gravissimo. Ribadisco il mio impegno a difendere i confini, la salute e la sicurezza del popolo italiano: non sarò mai complice degli scafisti e di chi li aiuta”. Lo dice il ministro dell’Interno Matteo Salvini in una nota.

SALVINI: ALCUNI PARLAMENTARI NON RISPETTANO LE LEGGI

“Parlamentari italiani (fra cui uno di Forza Italia) non rispettano le leggi italiane e favoriscono l’immigrazione clandestina? Mi spiace per loro, buon viaggio!”. Lo dice il ministro dell’Interno Matteo Salvini, a proposito dei politici che questa mattina sono saliti a bordo della Sea Watch nonostante i divieti.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

27 Gennaio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»