La protesta ‘social’ degli Ncc: assalto alla pagina Facebook di Toninelli

Dopo il decreto che mette in gionocchio il settore degli Ncc, i lavoratori attaccano il ministro sulla sua pagina facebook.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Le auguro di passare un Natale come quello delle 200.000 famiglie di NCC d’Italia: di merda”. La rabbia degli autisti privati esplode sulla bacheca del ministro dei Trasporti, Danilo Toninelli, dopo l’approvazione del decreto che riscrive le regole per chi lavora nel settore degli autoservizi pubblici non di linea.

I lavoratori NCC, infatti, hanno preso d’assalto un post su Facebook nel quale il ministro del M5S inviava gli auguri di natale postando una foto con la sua famiglia. Durissimi i commenti: “Questo non sarà un Natale come tutti gli altri, avete 200 mila persone sulla coscienza”, Ma hai anche la faccia tosta di andare alla messa stamattina dopo che hai messo in fallimento 80mila aziende Ncc?? Altro che Natale ci hai tolto il lavoro infame venduto che hai tradito chi ha creduto in voi!”.

Tanti anche i commenti che accusano il ministro di aver favorito la categoria dei tassisti per il loro supporto in campagna elettorale: “Caro Ministro, affossare una categoria di lavoratori per pagare la cambiale elettorale ad un’altra categoria e’ riscossa sociale? Chissà quanti bei regali dei tuoi amici tassisti avrai trovato sotto l’albero”.

C’è poi chi risponde, postando la foto dei figli sotto l’albero: “Pensi che noi Ncc non abbiamo famiglie???cosa li devo dire ai miei bambini? Papa perderà il lavoro per colpa di un ministro venduto ai tassinari ,e che gode anche al pensiero che non possiamo piu lavorare…”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

26 Dicembre 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»