Lazio

Entra in caserma ma viene tradito dall’odore di hashish: arrestato


ROMA – E’ entrato in caserma per apporre la sua firma di presenza nel registro dei sottoposti all’obbligo di presentazione alla P.G., ma è stato tradito dall’odore della droga che occultava in tasca. Così è finito in manette un 29enne del Bangladesh, arrestato dai Carabinieri della Stazione Roma Tuscolana con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Ieri pomeriggio, quando il 29enne è entrato nella caserma di via Giuseppe Mantellini, i Carabinieri presenti hanno subito notato il suo stato agitato e nervoso e quando si sono avvicinati hanno immediatamente percepito un forte odore di hashish. A quel punto, i militari hanno eseguito una perquisizione e hanno rinvenuto, occultate nelle sue tasche, circa 50 dosi di hashish, già pronte ad essere vendute. La droga, del peso complessivo di 46 grammi, è stata sequestrata e l’arrestato è stato trattenuto in caserma in attesa del rito direttissimo.

26 dicembre 2017
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»