Welfare

Cannabis, in Italia l”erba’ è sempre più pompata e pericolosa

ROMA  –  L’erba che si spaccia in Italia è “sempre la stessa” da Roma a Milano: coltivata in serra, con un contenuto di thc “pompato”, superiore alla media, pensato, probabilmente, per avvicinare il consumatore alle droghe più pesanti.

Cannabis

Per Riccardo Quintili, direttore de “Il Test Salvagente” questi dati sono una prova del “fallimento del proibiozionismo”. Quintili ha parlato al Senato nel corso della conferenza stampa “Che cosa ci fanno fumare” che presenta i risultati dell’inchiesta della rivista basata sull’analisi di campioni di marijuana da diverse piazze di spaccio d’Italia.

“Legalizzare è possibile? Su questo tema siamo stati processati e condannati, ma le esperienze internazionali dimostrano che sia saggio e doveroso legalizzare” non solo “per sottrarre il business alle mafie” ma anche per “applicare una ‘sin tax’, una tassa sul vizio, da investire anche in campagne di prevenzione”. Così in conferenza il senatore Benedetto della Vedova, che si è detto “fiducioso nel confronto pubblico” sulla questione.

26 novembre 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»