Emilia Romagna

Mercato della casa in ripresa, aumentano compravendite e mutui

BOLOGNA – “Anche se non possiamo affermare che siamo usciti dal periodo di difficoltà degli ultimi anni, il mercato del credito per le abitazioni continua a dare segnali positivi“. Così il gruppo Tecnocasa sugli andamenti immobiliari in Emilia-Romagna e a Bologna. Nel capoluogo, nel corso del primo semestre 2015, aumenta infatti il numero di compravendite; sono state effettuate 2.213 transazioni, pari all’1,7% in più rispetto al primo semestre 2014, mentre la provincia chiude con 2.684 compravendite (+10,8%).

infografica TecnocasaE il trend è in aumento: infatti, nel secondo trimestre 2015, secondo i dati forniti dall’Agenzia delle entrate, le compravendite a Bologna sono aumentate del 3,2%, rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Nel secondo trimestre 2015, ha illustrato oggi Tecnocasa in conferenza stampa a Bologna, le famiglie dell’Emilia-Romagna hanno ricevuto finanziamenti per l’acquisto dell’abitazione pari a 829,2 milioni di euro, che collocano la regione al quarto posto per totale erogato in Italia con un’incidenza del 8,11%. Rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente, si registra una variazione delle erogazioni pari al +69,3%, per un controvalore di +339,5 milioni di euro.

Considerando l’andamento delle erogazioni sui 12 mesi, e analizzando quindi i volumi da luglio 2014 a giugno 2015, l’Emilia-Romagna mostra una variazione positiva pari a 39% per un controvalore di +711,6 milioni. Sono dunque stati erogati nei 12 mesi in questione 2.535,8 milioni, che rappresenta l’8,41% del totale nazionale. Nel secondo trimestre 2015 si è registrato nel territorio regionale un importo medio di mutuo pari a 114.600 euro, in aumento rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente, quando il ticket medio ammontava a 110.800 euro.

TecnocasaMediamente, si calcola che chi sottoscrive un mutuo in Emilia-Romagna viene finanziato di circa il 3% in più rispetto al mutuatario medio italiano. Venendo alle singole province, Bologna ha erogato volumi per 250,5 milioni (+82,2% sullo stesso trimestre dell’anno scorso); a Ferrara si registrano 40,6 milioni (+88,8%); a Forlì-Cesena 78,1 (+83,9%); a Modena 119,6 (+52%); a Parma 82,2 (+53,5%); a Piacenza 48,5 (+78,2%); a Ravenna 72,7 (+72,1%); a Reggio Emilia 76,9 (+44,8%); a Rimini 60,2 (+79,5%).

Più in particolare, nel primo semestre 2015 a Bologna i valori immobiliari hanno evidenziato però un calo del 2,1% rispetto al secondo semestre 2014. Le zone centrali della città hanno segnato un rialzo dei prezzi (+5,9%), mentre sono in leggero calo quelli della macroarea Saffi (-1,3%). Rimangono invariate le quotazioni nella zona Murri-San Mamolo.

26 novembre 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»