AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE Emilia-Romagna

A Bologna arriva il papa, e spunta anche il torneo di golf col suo nome

BOLOGNA- Un torneo di golf in onore di Papa Francesco. Perchè il golf non è uno sport da ricchi, nonostante la nomea di disciplina un po’ snob. E’ in realtà “uno sport molto popolare”, oltre che “permeato da un forte senso etico”. E da sempre è legato alla ‘charity’. Ne è convinto il Golf Club di Bologna, che ha deciso di non perdere l’occasione della visita di papa Bergoglio sotto le Due torri per rendergli omaggio. Come? Organizzando una manifestazione sportiva aperta a professionisti e dilettanti, per lunedì 2 ottobre, cioè il giorno dopo la ‘grande giornata’ bolognese di papa Francesco.

ALLA CURIA SARANNO DEVOLUTI 1.000 EURO

La gara porta anche il nome del pontefice e infatti si chiama “Francesco’s ProAm“: la competizione è a squadre e, nella formula classica, affianca un giocatore del circuito nazionale e tre dilettanti. C’è anche una gara nella gara, perché i professionisti partecipano a una classifica a parte: la sfida è su 18 buche, nell’arco dell’intera giornata. Oltre al gioco c’è anche un contributo economico: il circolo golfistico, infatti, donerà alla Curia 1.000 euro dal monte iscrizioni. Il resto servirà a coprire le spese organizzative e a retribuire i “pro”.

“IL GOLF E’ PERSEGUITATO COME SPORT D’ELITE”

Nella nota con cui il Golf club annuncia l’iniziativa, sono gli organizzatori a spiegare che non c’è nulla di strano a giocare a golf per il papa: “L’accostamento fra il Papa e il golf può sembrare azzardato”, ma non lo è. In Italia “il marchio di ‘sport di elite’ continua a perseguitare questa disciplina”, ma è un errore, dal momento che “il golf è uno sport molto popolare, soprattutto nel mondo anglosassone”. E poi vi siete mai chiesti perchè non c’è l’arbitro? Perchè il golf “richiede una profonda conoscenza delle regole, un grande rispetto per gli avversari e persino una buona dose di umiltà“, caratteristiche che si sposano molto bene con lo spirito del pontificato di papa Francesco.

26 settembre 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988