Friuli Venezia Giulia

Silvestrini (Cna): “Def? ci aspettiamo la riduzione della pressione fiscale” /VIDEO

trieste3

TRIESTE – “Dal DEF che approdera’ domani in Consiglio dei Ministri ci aspettiamo continuita’ ma anche discontinuita’. La continuita’, pure in una fase espansiva che deve contenere il debito, deve proporsi come obiettivo di ridurre con forza il prelievo fiscale medio sulle imprese ed in particolare su quelle piccole”. Queste le aspettative del Segretario Generale CNA, Sergio Silvestrini, intervistato dalla Dire a margine della tavola rotonda “Le associazioni di rappresentanza oggi: declino o rilancio”, organizzata da CNA Trieste.


“È una stagione difficile e abbiamo vincoli esterni di particolare intensita’, ma credo che il Presidente del Consiglio abbia promesso un DEF e una Legge di Bilancio importanti, che vadano verso una semplificazione e l’accoglimento di alcune proposte fatte come Rete Imprese Italia e come CNA, alludo per esempio all’IRI, ovvero l’ipotesi di trattare fiscalmente allo stesso modo grandi aziende e piccole imprese- chiarisce Silvestrini- Mi riferisco al cosiddetto reddito per cassa e non per fattura, alla riconferma assoluta dell’incentivo sulle ristrutturazioni, sulla bio-edilizia e sull’energia che dovrebbero esserci e per noi sarebbero dirimenti rispetto a un giudizio positivo sul DEF. Ci aspettiamo inoltre una valutazione nell’anticipare la riduzione delle aliquote IRPEF. Il Ministro Padoan ha detto che non si potra’ fare nel 2017 ma confidiamo che dopo il Consiglio dei ministri si arrivi alla conclusione che qualcosa si puo’ fare” chiude Silvestrini.

di Mattia Assandri, giornalista

26 settembre 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»