Berlusconi, il ritorno del Caimano: "Salvini si ravveda, io sono pronto" - DIRE.it

Politica

Berlusconi, il ritorno del Caimano: “Salvini si ravveda, io sono pronto”

ROMA – “Io credo che la bolla di consenso che oggi accompagna i partiti di Governo si sgonfierà velocemente, e la politica ricomincerà a correre, a contare e a farsi valere. Io spero che la Lega se ne renda conto in tempo, ricostituendo anche a livello nazionale quell’alleanza di centrodestra che è la maggioranza naturale degli italiani. Quello sarà il nostro momento. Il momento di ridare una casa politica, un progetto serio, una speranza a quella che mi piace chiamare la ‘nostra Italia’, ‘l’altra Italia’”. Lo dice Silvio Berlusconi durante la riunione a Montecitorio con i parlamentari di Forza Italia, i consiglieri regionali e i sindaci del partito.

“Non è scomparsa l’Italia seria, l’Italia onesta, l’Italia perbene, l’Italia concreta e laboriosa- continua Berlusconi- Non è scomparsa l’Italia dei ceti produttivi, quella che lavora e che vuole lavorare, che non crede nelle illusioni e nelle facili promesse, che non si attende dallo Stato la soluzione di tutti i problemi, ma che chiede solo di essere messa in condizione di lavorare, di crescere, di produrre ricchezza”.

Leggi anche: Migranti, Berlusconi: “Sbarchi colpa dei governi di sinistra”

GOVERNO. BERLUSCONI: PREPARIAMOCI, IO SARO’ IN CAMPO

“Siamo noi, non certo il Pd, la risposta al pauperismo e al giustizialismo, che rischiano di distruggere l’Italia, di riportarla indietro di decenni, ma che gli italiani non sopporteranno a lungo. Oggi noi dobbiamo prepararci per quel momento – che non è lontano – nel quale dovremo di nuovo assumerci importanti responsabilità alla guida del Paese. Io sarò con voi in questa battaglia. Sarò in campo perchè lo considero un dovere morale verso il mio Paese”. Lo dice Silvio Berlusconi durante la riunione a Montecitorio con i parlamentari di Forza Italia, i consiglieri regionali e i sindaci del partito.

GOVERNO. BERLUSCONI: M5S-LEGA DUE MINORANZE UNITE SENZA PASSAGGIO URNE

“Tuttavia siamo stati chiari, dal primo giorno: questo Governo non è il Governo scelto dagli italiani, non è il Governo dei vincitori delle elezioni. La Lega e il Movimento Cinque Stelle hanno ottenuto un ottimo risultato elettorale, ma non l’hanno ottenuto insieme, non l’hanno ottenuto su una proposta di Governo, su un unico programma, su un’alleanza consilidata. Lo hanno ottenuto con programmi e schieramenti diversi, opposti, alternativi. Non sono una maggioranza, sono ‘due minoranze’ che si sono unite senza passare dalle urne. Sono due idee opposte del futuro dell’Italia”. Lo dice Silvio Berlusconi durante la riunione a Montecitorio con i parlamentari di Forza Italia, i consiglieri regionali e i sindaci del partito.

DL DIGNITÀ’. BERLUSCONI: DISTRUGGERÀ POSTI LAVORO, SALVINI LO BLOCCHI

“In questi giorni assistiamo a un balletto di cifre sul cosiddetto Decreto Dignità. Un provvedimento, scritto da chi evidentemente non sa nulla del mercato del lavoro, che è destinato a distruggere dei posti di lavoro. Io spero ancora che la Lega ci aiuti, anzi rivolgiamo un accorato appello a Salvini per bloccare queste norme, in nome delle aziende, dei produttori, dei lavoratori, degli artigiani, dei commercianti, degli agricoltori, che non hanno davvero bisogno di altre difficoltà da aggiungere alle tante con cui combattono ogni giorno”. Lo dice Silvio Berlusconi durante la riunione a Montecitorio con i parlamentari di Forza Italia, i consiglieri regionali e i sindaci del partito.

26 luglio 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»