Malnutrizione, in ospedale riguarda 1 bambino su 5; Sicupp: 4 bambini su 10 ancora nel lettone

QUASI 13.000 PEDIATRI ADERISCONO A ‘BIMBI IN AUTO: VISION ZERO’

Sip, Simeup, Acp e Sipps, sono le societa’ e le associazioni scientifiche pediatriche che hanno preso parte alla campagna di sensibilizzazione ‘Bimbi in auto: vision zero’, promossa con i ministeri della Salute, dei Trasporti e degli Interni. Ai pediatri è demandato il compito di diffondere nei loro studi i depliant e le locandine create nell’ambito dell’iniziativa. “Sono 13 mila in Italia, forse non li raggiungeremo proprio tutti ma quasi”. A spiegare come è Alberto Villani, presidente della Sip.

TUMORI, CON REGISTRO AIEOP FOLLOW-UP SU 60MILA PAZIENTI

All’inizio degli Anni ‘60 guarivano meno del 10% dei casi con patologie pediatriche oncologiche, mentre oggi guariscono più dell’80%. Dato che trova riscontro nel registro di patologia creato dall’Associazione italiana di ematologia e oncologia pediatrica (Aieop), nato per monitorare lo stato della malattia in piu’ di 60 mila pazienti nel momento in cui hanno terminato l’iter terapeutico. A descriverlo nei dettagli è Franca Fagioli, presidente Aieop.

MALNUTRIZIONE, IN OSPEDALE RIGUARDA 1 BAMBINO SU 5

“La prevalenza della malnutrizione nei bambini che arrivano in ospedale e’ del 20% della popolazione. È un’alta percentuale e sappiamo che e’ legata a scarsi risultati, a complicazioni durante le operazioni chirurgiche e ed altro ancora”. Lo dichiara Raanan Shamir, professore di Pediatria presso la Facolta’ di Medicina Sackler dell’Universita’ di Tel Aviv (Israele) e direttore dell’Istituto di Gastroenterologia, Nutrizione e Malattie del Fegato presso il Centro Pediatrico ‘Schneider’ in Israele.

SICUPP: 4 BAMBINI SU 10 ANCORA NEL LETTONE

“Quattro bambini su 10 soffrono di disturbi del sonno”. Lancia l’allarme la Società italiana per le cure primarie pediatriche (Sicupp), che chiede ai genitori di rispettare il sonno dei loro figli, accompagnandolo soprattutto nei primi mesi in cui le esigenze sono totalmente diverse da quelle degli adulti. Emanuela Malorgio, pediatra di famiglia e membro della Sicupp, va in aiuto delle mamme e dei papà spiegando come mettere in atto alcuni accorgimenti.

80% GENITORI CHIEDE A ‘DOTTOR GOOGLE’ PER SALUTE DEI FIGLI

“Ormai i dati sono chiari e recenti, piu’ dell’80% degli italiani si rivolge al Dottor Google per avere informazioni sulla salute propria o dei propri figli. Ma il dato che piu’ ci preoccupa come pediatri e’ che meno del 9% di questi pazienti, genitori di bambini, ne parla con il proprio medico”. Lo fa sapere Alberto Giovanni Ugazio, direttore del Dipartimento di Medicina Pediatrica dell’Ospedale Bambino Gesù di Roma, che vede nel pediatra un ruolo strategico per difendere le famiglie dalle bufale online.

26 Luglio 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»